01 giu 2015

RECENSIONE: - IL BISBETICO DOMATO - MELISSA NATHAN

Più riguardo a Il bisbetico domato
AUTORE: Melissa NathanCASA EDITRICE: Dalai Editore
DATA PUBBLICAZIONE: 2009

<> No, troppo banale. Ah, ecco: <>.
Questo sarebbe il titolo perfetto per un articolo, pensa Jasmin Field - Jazz per gli amici - giornalista professionista e attrice dilettante alle prese con un remake teatrale di "Orgoglio e pregiudizio". E pensare che è stato proprio lui a sceglierla per interpretare Elizabeth Bennet, la brillante protagonista... Lui chi? Harry Noble, il più grande (e stronzo!) regista del pianeta! Presuntuoso, egocentrico (ma quanto è bello e affascinante...). In più ha detto che la trova brutta! E grassa! Però è davvero bravo nel suo lavoro, chi può negarlo? Anche se guarda tutti dall'alto in basso e si comporta proprio come Darcy, l'eroe romantico inventato da Jane Austen.
In un inebriante intreccio tra finzione del palcoscenico e realtà di tutti i giorni, Jasmin dovrà tenere testa allo spocchioso Harry. Fra scambi di battute al vetriolo e siparietti romantici, chi la spunterà?

Ammetto che sono sempre molto curiosa quando scopro la pubblicazione di qualche libro ispirato ai romanzi di Jane Austen ed in questo caso siamo davanti ad una vera e propria versione in chiave moderna di Orgoglio e Pregiudizio.
Senza dubbio, chi non ha letto l'opera della Austen avrà una percezione diversa della storia perché non potrà fare confronti mentre chi lo ha fatto vivrà costantemente un senso di "già visto" e forse potrebbe rimanere deluso.
Nonostante tutto, io trovo che sia un Chick Lit divertente e coinvolgente perché anche se si conosce il finale della storia il divertimento sta nello scoprire le situazioni che l'autrice ha creato per arrivarci.
La protagonista è Jazz (è il punto di vista principale), una giornalista che aspetta la sua grande occasione: scrivere per un grande giornale. La sua vita scorre tranquilla fino a quando non viene convinta dalla sorella attrice a partecipare alle audizioni per un remake teatrale di Orgoglio e Pregiudizio con la regia del famoso Harry Noble, attore osannato dalla critica e dalla gente, vincitore di un oscar, bellissimo ma decisamente presuntuoso, arrogante ed egocentrico.
In realtà Orgoglio e Pregiudizio non si sviluppa solo nella trama Jazz/Harry ma anche nella rappresentazione teatrale che stanno portando in scena i due protagonisti e questo rende la lettura ancora più interessante.
Lo stile è scorrevole e ironico, la storia è coinvolgente (nonostante lo schema sia lo stesso del capolavoro della Austen) e i personaggi principali sono davvero simpatici (i secondari forse avrebbero avuto bisogno di una caratterizzazione maggiore).
Naturalmente oltre alla storia d'amore tra Jazz e Harry, ci sono quelle dei personaggi secondari ma restano molto sullo sfondo e non sono state pienamente sviluppate.
In conclusione, trovo che sia una lettura adatta a chi sta cercando un romanzo leggero.

Nessun commento:

Posta un commento