31 ago 2015

NON APRITE QUEL LIBRO A CURA DI ANNA AI YAZAWA

Eccoci qui con il secondo appuntamento di questa rubrica.
Siamo giunti ad Agosto e questo è il mese delle vacanze per eccellenza poiché tutti, chi prima chi dopo, potranno godere delle loro ferie; indipendentemente dalla meta scelta, che sia mare o montagna,spesso capita di avere dei buchi durante la giornata che non sappiamo come riempire,perché non optare per un buon libro allora?Attenzione però ,ho detto buono quindi per non prendere una “sòla” vi consiglio due titoli da evitare.



Autore: Wendy Owens
Lingua: Inglese

Trovato per caso su Amazon, innanzitutto incuriosita dal titolo e poi dal parere positivo della scrittrice Abbi Glines ho proseguito con la lettura della trama. Questa è la storia di Clementine, la quale non ha avuto una vita facile e dopo una tragedia decide di trasferirsi a New York dove, frequentando una nuova scuola e con una prospettiva di vita differente, spera di ritrovare se stessa. Ma soprattutto è determinata a non farsi distrarre da nulla. Le cose iniziano a vacillare quando incontra la sua futura coinquilina Paige a cui segue quella che sarà per lei un’enorme distrazione: Colin Bennett. E come si suol dire, qui iniziano i guai!
Ma partiamo da principio ossia dalla tragedia che l’ha colpita.Il libro si apre con la scena in cui si sviluppa la catastrofe a cui lei assiste e di cui poi si riterrà colpevole per moltissimo tempo: la morte del marito Ashton. Nello specifico stiamo parlando di una ragazza diciannovenne, che è sempre stata molto insicura di sé, che si autoescludeva dal mondo rifugiandosi nell'arte e crogiolandosi nell'amicizia che aveva con una sola sua coetanea. Finché un giorno questo ragazzo le ha rivolto la parola, facendola sentire importante e facendola cambiare radicalmente, tanto da mettere lui al centro della sua vita.Questa la causa di un matrimonio troppo precoce data la loro età ma soprattutto la loro instabilità, Clementine (Emmi per gli amici) diventa ed è per molto tempo una succube per poi ritrovarsi a dire basta e a volersi sentire nuovamente libera, come è giusto che sia.Questa libertà le costerà caro: Ashton che si suicida sparandosi e lei che si riterrà colpevole di averlo “invogliato” a fare ciò che voleva non credendolo capace di tale gesto. Passano gli anni, si trasferisce e decide di dedicarsi alla pittura che tanto le piace e la soddisfa, così vola a New York e qui si imbatte in quella che sarà la sua coinquilina a cui seguono il fidanzato Christian e il fratello del fidanzato, Colin. Il loro sarà un rapporto particolare perché Emmi non ha una buona prima impressione di lui, tolto ovviamente l’aspetto estetico che apprezza particolarmente, però lui si farà conoscere poco a poco e le farà capire apertamente di essere interessato a lei.
Il parere che mi sono fatta di questo libro non è propriamente negativo nel senso che devo ammettere che come trama è carina, la lettura scorre piacevole e le caratterizzazioni sono ben fatte, però è proprio la figura di Emmi che non mi è tanto piaciuta. Lei che dovrebbe essere la protagonista dovrebbe attirare di più l’attenzione, capisco che ha un passato da succube e che ora stia cercando di riprendersi ma sembra non avere polso e di svilupparne un po’ solo alla fine. Si allontana da una città a cui sono legati brutti ricordi, si trasferisce nella magnifica New York e per quanto lei abbia deciso di non farsi coinvolgere in un’altra relazione si ritrova inevitabilmente a cedere all'interesse di Colin.
Colin dal canto suo è un ragazzo stupendo, è la spalla su cui si appoggia il fratello che ha problemi con l’alcool e che perde facilmente la retta via. Ha dovuto fargli da fratello e da padre dopo la morte dei genitori, lavora sodo, è ambizioso e le da tutte quelle attenzioni che qualsiasi donna amerebbe ricevere. Persino Paige risulta avere un lato umano più interessante di Emmi: è un’ottima amica poiché le fa capire che giudicare una persona senza conoscerla non è esattamente un’idea buona e giusta, è sempre presente con il suo fidanzato essendo a conoscenza delle sue difficoltà. E non esagero se dico che quest’ultimo elemento me l’ha resa più simpatica della protagonista che appare come statica dato che conserva la tendenza a scappare dalle difficoltà, pensando erroneamente che non affrontare il discorso significa negare la presenza di un problema. Non si può dire a una persona di essere interessata a lui e poi correre a gambe levate quando la situazione si fa più seria. In sostanza? La donna che si fa rincorrere troppo non mi è mai piaciuta, personalmente sono più una da “resta e combatti”.


Autore: CleoPeitsche
Lingua: Inglese

Credetemi se vi dico che sono a corto di parole per esprimere un giudizio sensato su questo libro e se ve lo dico io che sono una persona prolissa per eccellenza vuol dire che la situazione è tragica.Come definirlo in poche parole: un libro a luci rosse senza trama.
Scusate la franchezza e la durezza ma per me questa sarebbe più una scenografia da film a luci rosse che da libro erotico.
Mi è capitato qualche altra volta di leggere in alcuni libri di menage a trois impostati in modo tale da far risultare la scena come una chicca, come un qualcosa di momentaneo e non dico di errato, poiché quello dipende dai gusti, ma da ritenere un punto di svolta per l’epilogo della narrazione. In questo libro invece si parla di un menage a trois più uno ed è molto difficile dargli un significato in quanto non consiste di una trama solida se non fosse per quella fornita da Amazon.
La protagonista è Lindsay, una ragazza che fa affidamento sul suo aspetto fisico e ingegno. Ovviamente questi due fattori non sempre bastano soprattutto quando viene chiamata a giustificare l’abuso della carta di credito fornitale dall’azienda, ma la difficoltà non consiste tanto nel trovare una scusa quanto nell’interagire con uno degli uomini più affascinanti che lei abbia visto e che non si fa manipolare tanto facilmente, e che anzi decide di punirla. Da qui si passa a uno scenario dove abbiamo questo straniero dal fascino virile a una situazione in cui ci sono altri suoi due compagni ugualmente attraenti e pronti a giocare con lei secondo le loro regole. La parte dominante della narrazione, o meglio dire tutta tranne le prime venti pagine di novanta totali, è costituita dalla descrizione del loro incontro sessuale in maniera dettagliata ma che non fornisce nessun elemento sulla psicologia di Lindsay se non che le è successo qualcosa che l’ha messa in pericolo di vita e che con loro si sente protetta nonostante l’assurdità della situazione.
Suppongo che si dovranno leggere i libri che seguono per scoprire qualcosa di più profondo e concreto circa la ragazza e forse anche sui tre uomini però ad essere sincera trovo che il libro non abbia nè capo nè coda.Non ha senso descrivere un incontro intimo tra tre uomini e una donna,aggiungere qui e lì alcune frasi che dovrebbero somigliare a una caratterizzazione della protagonista e non sviluppare nemmeno in parte la trama posta per invogliare all’acquisto; non nego che mi è sorto il dubbio che fosse un modo per allungare il brodo, come si suol dire, così da poter far seguire più libri, ma arrivata a questo punto mi chiedo che tipo di storia possano racchiudere tale da non poter essere introdotta in questo “libro”.

A CURA DI ANNA.

13 ago 2015

GIOVANNA BARBIERI

Giovanna Barbieri nasce a Verona il 15/01/1974 e risiede a Verona.
Nel 2001 consegue la laurea in Scienze Politiche, indirizzo economico-internazionale.  
Appassionata di Medioevo, alto e basso, nel 2009, leggendo un testo sugli insediamenti abitativi del basso medioevo in Valpolicella, La Valpolicella: dall’alto medioevo all’età comunale di A Castagnetti, decide di scrivere un romanzo ambientato nella sua valle, la stratega anno domini 1164. In particolare la colpisce un fatto storico non molto noto, l’assedio del castello di Rivoli del 1165 a opera della Marca Veronese che si ribella a Federico I il Barbarossa e Garzapano, castellano di Rivoli.
Il secondo romanzo, Cangrande paladino dei ghibellini, uscirà a settembre 2015 con Arpeggio Libero editore.
Inoltre è l'autrice di Amor e patimento: tre racconti gratuiti a tema medievale-sentimentale.
Il suo blog: http://ilmondodigiovanna.wordpress.com/
Suoi numerosi articoli sono pubblicati in blog e siti dedicati alla storia medievale: Talento nella storia, Italia medievale, Sguardo nel Medioevo, Il Medioevo non è stata un'epoca buia!!! e Medioevo tra luce e buio.


Il primo racconto, Isabella e Filippo, è ambientato nel 1313 tra Padova e la valle Provinianensis (Valpolicella) durante i conflitti guelfi-ghibellini. Filippo, un arciere assoldato da Cangrande, diserterà e si vedrà costretto a fuggire verso la valle. Qui incontrerà Isabella, in viaggio con la vecchia ancella e alcuni armigeri.
Il secondo racconto, Elisa e Romualdo, è ambientato nel 1347 a Parona durante la grande pestilentia. La ragazza, per volere del padre, sarà costretta a sposare un vecchio commerciante di lana, ma al suo arrivo si troverà di fronte Romualdo, il secondogenito, che ha la sua età. La morte avrà la meglio?
Il terzo, il pirata barbaresco, è ambientato in un isola del Mediterraneo nel 1165. Luca, scudiero di un nobile cavaliere, il paladino Fabio Marzolo e un altro nobile francese, stanno navigando verso la Terra Santa quando vengono abbordati dai pirati barbareschi, che li catturano e li portano sulla loro isola. Cosa ne sarà di loro?


“La stratega, anno domini 1164”, seconda versione di “1164, l’assedio di Rivoli”. Romanzo storico-fantastico. Dopo un forte temporale Alice, una giovane donna del XXI secolo, si ritrova nel 1163, in un bosco della bellissima Valpolicella. Cos’è accaduto? Chi l’ha inviata nel 1163 durante la lotta degli anti-imperiali contro l’imperatore Federico il Barbarossa e perché? É stata una casualità o un disegno divino? Ferita e confusa, Alice viene soccorsa da una famiglia di contadini semi-liberi, che la conduce all’abbazia del Sacro Cuore di Arbizzano, dove viene curata dalle gentili monache e apprende l’uso delle erbe medicinali. Una volta guarita e portata nel castello di Fumane, dovrà decidere come agire: lottare per ritornare nella sua epoca oppure, per fuggire alle ingiuste accuse di stregoneria, partecipare all’assedio di Rivoli del 1165 a fianco del cavalier Lorenzo Aligari del quale s'innamora perdutamente.

12 ago 2015

SARA J. DEL CONSILE

Sara J. Del Consile è uno pseudonimo. Come la protagonista del mio libro, anch'io sono stata una commessa (il primo lavoro dei miei vent'anni) in continua ricerca dell'amore. Durante la pausa pomeridiana scrivevo, più che altro per passare il tempo e così, dopo qualche mese, avevo scritto un romanzo.
Sono passati una decina di anni da allora e nel frattempo ho dimenticato il romanzo in una cartella del pc, ho trovato il lavoro dei miei sogni in un asilo, ho trovato l'amore della mia vita, mi sono sposata e ho avuto un bellissimo bimbo (il secondo è in arrivo a febbraio).
Qualche giorno fa, mi sono detta: perché non trasformare il mio libro in eBook? Solo per il gusto di vederlo pubblicato.
Stupore e meraviglia quando, dopo una settimana, ho scoperto che il mio libro aveva venduto una decina di copie al giorno! E io che pensavo di essere l'unica ad averne una copia sul mio Kindle. Un sogno trasformato in realtà.


Ovviamente non ho smesso di sognare, anzi sogno ancora più di prima perché penso che i sogni siano la base della nostra vita.


Il mio libro è un romanzo rosa contemporaneo. Racconta la storia di Mia, una giovane commessa milanese, romantica e sognatrice come tutte le donne in cerca dell'amore.
Tra divertenti uscite con gli amici a base di Cosmopolitan, favolosi eventi di moda e il suo amato/odiato lavoro di commessa, Mia non smette mai di sognare ad occhi aperti e di fantasticare sul principe azzurro finché un giorno il suo più grande sogno sembra realizzarsi. Diego, un affascinante ragazzo dall'aria misteriosa, arriva a Fashion Heart, il negozio in cui lavora Mia.
Ma sarà davvero lui il grande amore che sogna da sempre?
E' entrato nella sua vita per caso, come la migliore delle occasioni che si presenta puntuale quando meno te l'aspetti e c'è una cosa che Mia sa perfettamente: nella città delle mille occasioni, solo una stupida può lasciarsene sfuggire una così allettante... e con due occhi così stupendi e un corpo da urlo!
Una storia d'amore, amicizia e glamour, con tanto umorismo e un pizzico di mistero, da leggere tutta d'un fiato per scoprire che...
in fondo c'è un po' di Mia in ognuna di noi, solo che a volte ce ne dimentichiamo...

A CURA DI SARA J. DEL CONSILE

09 ago 2015

RECENSIONE: - NON VOLTARTI INDIETRO - GERALDINE SOLON



AUTORE: Geraldine Solon
CASA EDITRICE: Autopubblicato
ANNO DI PUBBLICAZIONE: 2015

Quando Dana Simmons aveva dieci anni, sua madre era scomparsa. Vent'anni dopo, con una strepitosa carriera come modella, Dana affronta un'altra perdita dopo che il padre muore di cancro ai polmoni. Presto scopre che la madre potrebbe essere ancora viva e che protegge un segreto che rischia di mettere in pericolo Dana. Nel cercare risposte, la top model intraprende un inseguimento letale che la porta a finire nel Programma Protezione Testimoni. Nonostante le promettano di proteggerla, le strappano via la carriera, la casa e l'identità, nella speranza che lei non si volti indietro. Determinata a ritrovare la pace, a Dana resta solo una scelta che potrebbe distruggerle la vita.

Non voltarti indietro è il primo thriller dell'autrice Geraldine Solon ad arrivare in Italia.
Le vicende sono narrate, principalmente, attraverso il punto di vista di Dana Simmons, una famosa top model, che dopo la morte del padre, fa una scoperta sconvolgente: la madre, che l'aveva abbandonata alcuni anni prima, potrebbe essere viva e in pericolo.
Debbo confessare che l'idea generale su cui si basa il romanzo, mi è piaciuta veramente molto, peccato però che molte situazioni andavano approfondite. Per esempio, il rapporto di Dana e la madre una volta che si erano ritrovate o il passaggio stesso da una situazione ad un'altra (il romanzo è ricco d'azione).
E qualcuna mi è risultata anche alquanto improbabile. Infatti, ad un certo punto Dana finisce per dover cambiare identità e viene mandata in un posto in cui si fingerà la moglie di una persona con una bambina piccola anche loro sotto protezione. Ora, per quanto posso essere coraggioso e buono, ma accettereste mai in casa una sconosciuta che deve sfuggire a chissà cosa mettendo in pericolo sia Voi che vostro figlio piccolo? Dubito perfino che le Forze dell'Ordine optino per questo tipo di scelte.
Nonostante tutto, è una lettura scorrevole, con un buon ritmo e riesce a coinvolgere il lettore fino alla fine.

03 ago 2015

RECENSIONE: - MISS AMELIA ACCALAPPIA UN DUCA e LA SPOSA DI CAVERSHAM - SANDY RAVEN

 

AUTORE: Sandy Raven
CASA EDITRICE: Autopubblicato
ANNO DI PUBBLICAZIONE: 2015

La zitella Amelia accetta una posizione da dama di compagnia per la propria zia, un'arrampicatrice sociale che sta progettando il suo prossimo matrimonio, prima ancora di uscire dal lutto per il suo secondo marito. E l'uomo a cui sua zia sta dietro non è altri che il facoltoso vedovo, il duca di Caversham.
A una festa a cui partecipano sia il duca che la zia, Amelia rimane inorridita davanti al comportamento della sua parente, quindi decide di nascondersi nella biblioteca e nel giardino del suo ospite per tutta la durata della loro visita. Durante una passeggiata di sera, nel labirinto, incontra un signore di una certa età, che la intriga e la eccita. Fugge via senza saperne il nome, solo per incrociarlo di nuovo in biblioteca qualche giorno dopo, dove, con enorme stupore di Amelia, lui la bacia. E lei restituisce il bacio!

Amelia e il duca vengono sorpresi nel loro abbraccio appassionato dalla zia. Imbarazzata per il proprio comportamento libertino, Amelia fugge dalla stanza credendo che lui l'abbia usata per evitare la megera. Dopo aver affrontata quest'ultima, il duca fa ciò che crede sia la cosa più onorevole da fare, e progetta di sposare Amelia.

Miss Amelia accalappia un duca è il prequel della serie romance storica Le cronache dei Caversham, nella quale i protagonisti sono i membri dell'omonima famiglia.
In questo racconto facciamo la conoscenza del Duca di Caversham e del suo incontro con Amelia, la donna che poi diventerà sua moglie.
Nonostante un finale un po' affrettato e la trama non presenti svolte inaspettate, è riuscito lo stesso a coinvolgermi. Questo grazie a personaggi credibili, alla piccola nota piccante e allo stile scorrevole e accattivante.
Ma a renderlo davvero particolare è che i due protagonisti hanno una grande differenza d'età: lui ha 52 anni e lei 29. Non mi è dispiaciuta questa scelta anzi ho provato un'immediata simpatia per loro: Amelia è una donna coraggiosa ed esuberante nonostante i suoi problemi e il duca è un uomo sicuro e altruista.
Sicuramente fa venire voglia di leggere altre opere di quest'autrice.


AUTORE: Sandy Raven
CASA EDITRICE: Autopubblicato
ANNO DI PUBBLICAZIONE: 2015

Cosa fareste per salvare coloro che amate di più?
Venduta come schiava dagli uomini che avrebbero dovuto ucciderla, Angelia Gualtiero ora deve convincere l'uomo che l'ha acquistata ad aiutarla. Lia farebbe qualsiasi cosa per salvare il suo fratellino dalla zia assassina, anche sposare un uomo che sa che vuole solo usare il suo corpo.
Marcus Renfield Halden, nono duca di Caversham, ha bisogno di un erede per mettere al sicuro la sua ricchezza, il suo titolo e il futuro delle sue giovani sorelle da un cugino disperato che sospetta l'abbia preso di mira alla ricerca del titolo di duca e della sua fortuna. Quando vede una donna che scappa da una guardia in un mercato di Tangeri, all'inizio resta affascinato dalla sua bellezza. Dopo che Ren viene a sapere la sua storia, è rapito dal suo coraggio. Allora, fa a Lia un'offerta che lei non può rifiutare.
Suo fratello per un erede.
Quello che nessuno dei due si aspetta è di innamorarsi.

La sposa di Caversham è il primo volume della serie romance storica Le cronache dei Caversham, nella quale i protagonisti sono i membri dell'omonima famiglia.
In questo primo volume facciamo la conoscenza di Marcus, il nono duca di Caversham e Lia, una giovane donna italiana.
La storia è raccontata dal punto di vista dei due protagonisti e devo dire che li ho trovati simpatici e ben caratterizzati. Lia è una donna che nonostante le numerose avversità (e ne passa davvero tante) non si arrende. E' intelligente e coraggiosa. Ma è il personaggio maschile che ha avuto l'evoluzione più interessante. Inizialmente si presenta come un uomo che non ha più alcuna fiducia nelle donne per poi trasformarsi in un uomo innamorato e protettivo.
Mi è piaciuta molto la chimica che si sprigiona tra i due. Una storia d'amore dolce ma anche molto passionale (niente di volgare o per riempire le pagine).
La trama è ricca di avvenimenti soprattutto nella prima parte del romanzo, ha un buon ritmo e riesce a far trascorrere al lettore delle ore piacevoli.
Se cercate qualcosa di leggero e coinvolgente, questo potrebbe fare al caso vostro.