09 ott 2017

NEWS MONDADORI


"Per tutto il viaggio me ne restai con la testa appoggiata al sedile. Era la prima volta che volavo, mi facevano male le orecchie, avevo un po' di nausea, e mi spaventavo ogni volta che l'aereo traballava. Nei pochi momenti che ero sveglio sbirciavo verso il finestrino alla mia sinistra e inventavo storie coi personaggi che le forme delle nuvole di volta in volta mi suggerivano. Erano nuvole di mían hūatáng, 'cotone caramella', lo zucchero filato che spiluccavo, in Cina, fra le bancarelle dei mercatini serali.

Era il marzo del 1990 e, a soli undici anni, stavo volando verso Oūzhōu, l'Europa, insieme a Mama, mia madre..." Inizia così l'avventura di Shi Yang Shi in Italia, un mondo sul quale ha spesso fantasticato ma che scoprirà fin da subito molto diverso da come lo aveva immaginato. Dopo un viaggio interminabile, infatti, il piccolo Yang, in Cina studente brillante e figlio unico adorato di genitori benestanti, si ritrova a Milano, senza il padre, costretto a dormire insieme a Mama su giacigli improvvisati nella cucina di una famiglia di conoscenti, alle prese con una lingua di cui non sa nemmeno una parola e circondato da lǎowài, stranieri dagli occhi grandi e naso grosso che si assomigliano un po' tutti. Tutto per lui è nuovo e difficile, e dopo solo pochi mesi che sembrano però una vita intera, i suoi sogni di bambino si sono già accartocciati l'uno dopo l'altro di fronte alla realtà. A mano a mano che questo accade, lo strappo che la partenza da Jǐnán ha prodotto nel suo giovane cuore di seta avanza, inesorabile e silenzioso.

Perché la sua anima è divisa, in bilico, tra la vecchia vita in Cina e la nuova in Yìdàlì, tra vecchie e nuove abitudini, tra la voglia di rispettare la tradizione e la famiglia e il desiderio di affermare se stesso, realizzando i suoi sogni. Come se dentro di lui germogliasse invisibilmente un seme biforcuto, che non sa se svilupparsi verso l'obbedienza o la ribellione.

Nel raccontarci i tentativi fatti per raggiungere un equilibrio faticoso quanto delicato, Yang ci trasporta nel suo mondo multicolore di giovane cinese cresciuto in Italia regalandoci una storia che sa essere amara, ma anche divertente e piena di speranza.





Mercenari ubriaconi, eroi pericolosamente schizofrenici, stregoni che gestiscono banche micidiali come eserciti, scalcinate compagnie di guerrieri, cortigiane e soldati. Spadaccini boriosi e donne che conquistano il potere col ferro e col veleno. Sangue, polvere, sudore. Il Nord gelido e nebbioso dei clan e le menzogne delle corti principesche del Sud. E oro, oro, e oro, più crudele dell'acciaio, più potente della magia nera. Questo è il mondo di Joe Abercrombie, la stella più ferocemente ironica e dotata del grimdark, il fantasy brutale e senza compromessi che guarda al George R.R. Martin del "Trono di Spade" come suo modello di riferimento, spingendosi ancora più avanti. Tornano i protagonisti dei romanzi della "Prima Legge" che li hanno resi famosi in tutto il mondo, svelando nuovi dettagli su chi credevamo già di conoscere, dal deforme Inquisitore Glokta a Novedita il Sanguinario, dalla condottiera Murcatto all'irresistibile Nicomo Cosca, soldato di ventura e voltafaccia senza scrupoli. E poi compaiono anche nuovi personaggi e ambientazioni, come la strana coppia composta da Shev, ladra con un debole per le belle ragazze, e Javre, l'inarrestabile Leonessa di Hoskopp, braccate da nemici implacabili e da una irresistibile tendenza a cacciarsi nei luoghi peggiori del mondo.

Tredici racconti, affilati come lame. Battaglie e tradimenti, fughe rocambolesche e colpi di scena si susseguono in un vortice che ribalta tutto quello che credevamo di conoscere sul fantasy, con una scrittura epica e audace, dove l'ironia e il cinismo fanno spiccare ancor più, in mezzo alle mille menzogne e ombre della nostra vita, anche l'amicizia e la dedizione, l'amore e il coraggio che possono farsi largo anche nella polvere e nel sudore della battaglia più feroce.

Un libro imperdibile per gli appassionati di Abercrombie.

RECENSIONE: - IO E TE COME UN ROMANZO - CATH CROWLEY


IO E TE COME UN ROMANZO
Cath Crowley
De Agostini

Ci sono ferite che non si rimarginano, giorni che non si dimenticano. Come quello in cui il cuore di Rachel si è spezzato per la prima volta. È una notte d’estate, e lei sta per trasferirsi dall’altra parte del Paese. Nelle ore che restano prima della partenza vuole dire addio a tutto ciò che sta lasciando: la scuola, gli amici e, più di ogni cosa, Henry Jones, il ragazzo che conosce da sempre, con cui ha condiviso le letture, i sogni, le paure e le passioni. Così, Rachel entra furtivamente nella libreria gestita dai Jones e infila una lettera tra le pagine del libro preferito di Henry. Una lettera in cui gli confessa il suo amore, un messaggio in bottiglia lanciato in un oceano di parole, a cui lui non risponderà mai. Sono passati tre anni, e quel giorno sembra appartenere a un’altra vita perché Rachel, nel frattempo, ha perso il fratello; e lei non è che l’ombra di quel che era. Il dolore la soffoca, e sembra che l’unica via d’uscita sia tornare a casa e riavvicinarsi alle cose che ama di più: la libreria e Henry. I due iniziano a lavorare fianco a fianco, circondati dai libri, confortati dalle voci senza tempo di scrittori e poeti. E, mentre tra gli scaffali impolverati si intrecciano le storie di un’intera città, Henry e Rachel si ritrovano. Perché non c’è posto migliore delle pagine di un libro per ritrovarsi.
Toccante come Raccontami di un giorno perfetto, un romanzo indimenticabile che parla dell’amore in tutte le sue forme. L’amore per chi non c’è più, l’amore per chi ci ferisce e per chi ci guarisce. E poi l’amore più puro di tutti: quello per i libri.

Io e Te come un romanzo è un romanzo autoconclusivo per adolescenti che affronta temi come la perdita e il ritorno alla vita.
Rachel è segretamente innamorata del suo migliore amico Henry e sta per trasferirsi, così durante un'iniziativa tra ragazzi su un'ipotetica fine del mondo decide di lasciargli una lettera in cui gli dichiara il suo amore. Henry non riceverà mai quella lettera e in più è innamorato di un'altra ragazza. Rachel delusa dal silenzio di Henry, parte e decide di evitare ogni ulteriore contatto con lui. Passano tre anni, Rachel è una ragazza diversa. Ha perso suo fratello e questo l'ha resa cinica, chiusa nel suo dolore e disinteressata al suo futuro. Per cercare di riprendere le redini della sua vita torna nel posto che aveva lasciato tre anni prima ed è lì che ritrova Henry e la sua libreria.    
La storia è raccontata in prima persona a punti di vista alternati dai due protagonisti ma non mancano la presenza di altri punti di vista come le lettere rinvenute nei libri della libreria di Henry. Quest'ultimo l'aspetto più affascinante della lettura.
Il romanzo non si sofferma solo sulla storia tra Henry e Rachel ma anche su quella della sorella di Henry ritenuta scontrosa, solitaria e "strana" perché ama leggere e le vicende legate alla migliore amica di Rachel.
Non è la classica storia d'amore infatti l'aspetto romantico passa leggermente in secondo piano perché è una storia incentrata soprattutto sul dolore che causa una perdita e su come affrontarlo per non soccombere.  
Ho apprezzato molto l'idea di base del romanzo, l'atmosfera che si respira e i riferimenti continui ad altri libri ma lo stile in certi punti l'ho trovato un po' lento e nonostante la buona caratterizzazione dei personaggi (soprattuto di Rachel che dalla rabbia contro tutto e tutti passa alla fine all'accettazione) non sono riuscita a sentirmi legata a nessuno di loro.
Lettura piacevole soprattutto per gli amanti dei libri e della lettura. 

07 ott 2017

NEWS FOLLIE LETTERARIE

A Follie Letterarie, continuano le pubblicazioni dei grandi nomi del genere romance. Questa volta tocca a Julie Garwood, autrice che molte hanno conosciuto grazie a romanzi indimenticabili come ” La Sposa ribelle” e “Il castello di Connor”.
Di Julie Garwood, Follie Letterarie propone  una serie inedita in Italia dal titolo “Clayborne brides”.
http://www.follieletterarie.com/julie-garwood-e-la-nuova-serie-delle-spose-dei-clayborne/
Le storie possono essere lette separatamente (anche se, ovviamente, la lettura secondo l'ordine di pubblicazione è auspicabile) e non è necessario aver letto il volume inedito in Italia "For the Roses".


Pur essendo il più giovane dei fratelli Clayborne, Travis si è sempre rivelato un uomo forte, dotato di coraggio e senso di responsabilità.
Sarà per questo che gli viene affidato il delicato compito di scortare Emily Finnegan a Golden Crest, dove l'aspetta un marito trovato per corrispondenza e una nuova casa.
Emily è convinta di essere padrona del suo destino e che nulla, nemmeno innamorarsi di Travis Clayborne potrà distoglierla dal perseguire i piani che si è prefissata.
Ma la strada fino a Golden Crest è lunga e tutto può succedere…


Douglas Clayborne doveva solo ultimare l'acquisto di uno stallone arabo, invece finisce per trovarsi minacciato dal fucile di Isabel Grant, giovane vedova in pericolo. Douglas non è tipo da voltare le spalle a chi è in difficoltà e a Blue Belle nel Montana, tutti lo sanno.
Per questo non esita ad aiutare e proteggere la donna che seppur forte e ostinata, si trova in una condizione di estrema vulnerabilità.
Non sarà facile per Douglas convincerla ad accettare il suo appoggio, e se da una parte egli è in grado di tenere a bada  malviventi e ladri di cavalli, dall'altra non riuscirà a impedire a Isabel di rubargli il cuore.

Inizi 2018

 Adam Clayborne non è tipo da matrimonio, per cui rimane piuttosto perplesso quando scopre nel suo letto la bellissima Genevieve Perry che afferma di essere la sua promessa sposa.
Adam però, non è al corrente delle ombre che aleggiano sul passato della donna e che non le permettono di sposarsi. Quando il pericolo per Genevieve si fa sempre più incombente, arrivando a minacciare tutti i Clayborne, la donna, terrorizzata, fugge all’improvviso senza alcuna spiegazione.
Adam allora non esiterà un attimo a correre dietro a Genevieve per proteggerla e liberarla dell’oscuro passato che la terrorizza. Ma limitarsi ad aiutarla e innamorarsene non sono proprio la stessa cosa…

PAOLO COSTA

Salve a tutti, ragazzi e ragazze del blog!
Qui è Paolo Costa che vi parla, un giovane ventenne proveniente da Trapani, amante della buona lettura e del tempo libero speso tra cultura e un pizzico di divertimento. Studente all'Università degli Studi di Perugia, in cui frequento Lingue e Culture Straniere, ho deciso di dedicare la mia vita e i miei progetti futuri al meraviglioso mondo dei libri e delle parole su carta/pixel.
Non ricordo un momento in cui io non abbia scritto, sin dalle elementari e fino ad ora, con la pubblicazione del mio primo romanzo. Da piccolino scrivevo filastrocche, poesie e temi brevi da consegnare alla maestra; alle medie e al liceo linguistico le mie parole divennero vere e proprie riflessioni, discussioni su diversi argomenti, in cui mettevo in gioco quella parte di me che voleva farsi avanti e crescere esponendo i propri pensieri.
È da poco che sono riuscito a spiegare le vele della nave dei miei sogni, navigando libero nel mondo in cui io stesso ho scelto di vivere.
Attualmente scrivo per "Assittata in Pizzo", un blog che racchiude l'anima di un gruppetto di persone sempre pronte a parlare e far parlare di sé. Ho cominciato da molto poco, ma stiamo creando una realtà alla portata di chiunque e aperta a chiunque voglia sfogarsi e parlare liberamente. Il sito funziona come una casa, diviso in stanze e luoghi in cui potersi divertire, in cui imparare a cucinare, scambiarsi informazioni su luoghi da visitare o semplicemente raccontarsi.
Da un paio d'anni sono il responsabile delle comunicazioni per il gruppo Amnesty International della mia città e, sebbene spesso penso di non riuscire a gestire anche questa passione, distolgo la mente da questi pensieri idioti e mi butto a capofitto nella lotta per la difesa dei diritti umani, perché se c'è una cosa che tutti sanno di me è che sono un vero protettore delle minoranze.
Lavoro nel mondo delle traduzioni, collaborando con gli autori americani che hanno deciso di auto-pubblicarsi anche all'estero tramite il servizio Babelcube, e traducendo romanzi per la casa editrice Quixote Edizioni, nata da poco ma con un sacco di autori famosi tra le mani. Sono molto fiero di questo mio lavoro, perché mi ha aperto una strada che continuerò a percorrere il più a lungo possibile.
Infine, ho uno spazio tutto mio su "Living Among the Books Page" in cui ogni giovedì parlo ai miei lettori di letteratura per ragazzi e, in generale, del mondo dei libri percepito dal mio punto di vista. Qualcosa di piacevole e leggero, per non appesantirsi mai e per dialogare apertamente.
Sono qui oggi per parlarvi del mio primo romanzo, auto-pubblicato lo scorso anno con il servizio stampa YouCanPrint e tornato quest'anno con una veste tutta nuova e un'edizione meravigliosa, rivista e corretta per mano della Milena Edizioni, con qualche aggiunta da parte mia per i miei lettori!
Puoi Sentire la Notte?” è un romance young adult alla portata di tutti, che tratta tematiche LGBT molto vicine alla realtà. Racconta la storia di due ragazzi, Stefano e Kevin, le cui vite si intrecciano in modi sorprendenti e con una forza quasi esplosiva, come le stelle di notte d'altronde.
Lascio qui le informazioni necessarie per conoscere meglio la mia opera, che spero possa incuriosirvi e piacervi in futuro.


Titolo: Puoi Sentire la Notte?
Autore: Paolo Costa
Editore: Milena Edizioni
Pagine: 217


Stefano vive la sua vita giorno per giorno. Schiacciato dalla perdita della sua più cara amica e con la consapevolezza di essere fuori posto, in un mondo che sembra stargli stretto, cerca di sopravvivere senza sentire il peso dei fallimenti che gli gravano sulle spalle. Con attorno una famiglia che sembra non conoscerlo più, tutto ciò che Kevin vorrebbe è restare nascosto nel suo “armadio”, lontano da qualsiasi sguardo. Bloccato in una vita che non vuole, con un lavoro incerto, cerca di superare ogni giornata senza versare l'ultima goccia che potrebbe finire per inondare tutto il suo mondo. Due ragazzi diversi, due realtà opposte, un incontro esplosivo. Affronteranno l'amore, o resteranno nascosti dentro l'armadio?

Potete raggiungermi facilmente su tutti i social!
Facebook: https://www.facebook.com/paolocostalibri/
Goodreads: https://www.goodreads.com/author/show/15040234.Paolo_Costa
Instagram: paocosta

02 ott 2017

NEWS MONDADORI


3 OTTOBRE
Mondadori

CESARE IL CONQUISTATORE
Torna la saga che fa rivivere Giulio Cesare

Giulio Cesare non è morto
Giulio Cesare è tornato a combattere


Giulio Cesare non è morto, durante la congiura delle Idi di marzo. Stanco della vita fatta di intrighi politici, corruzione e continui scontri con i senatori della Curia, ha inscenato la propria morte insieme a Bruto. E dopo essere scomparso dalla vita politica di Roma, è tornato al comando di un manipolo di uomini ben addestrati e pronti a tutto, la Legio Caesaris, con l'intento di esplorare le terre oltre i confini dell'impero per scoprire ricchezze e tesori, sottomettere le popolazioni barbare e, soprattutto, carpire il segreto della vita eterna.
Perché Cesare ha uno scopo ben preciso in mente, ed è deciso a raggiungerlo: vuole tornare trionfalmente a Roma per fare piazza pulita dei suoi nemici e regnare come imperatore assoluto. Per sempre.

Dopo la sua finta morte, perciò, si è imbarcato con la Legio Caesaris verso i regni degli dei del nord, alla ricerca della mitica isola di Thule, per confrontarsi con le creature eterne che governano il segreto dell'immortalità e strapparglielo con la forza. Lo scontro epico che lo ha visto impegnato insieme a Cicerone, Bruto, Spartaco e gli altri coraggiosi che hanno voluto seguirlo in quell'avventura, si è risolto in una cocente sconfitta.

Ma Cesare non è uomo che si arrende tanto facilmente. Capisce che l'unico modo per conquistare la vita eterna è scendere nell'Averno, il regno delle tenebre, e tuffarsi nelle acque del fiume Stige, che rendono immortali. Ma come raggiungerlo? Secondo le più antiche credenze, lo Stige non è altro che il nome con cui un tempo si indicava il Nilo.
Decide così di intraprendere, sotto la guida esperta e ammaliante della regina Cleopatra, una difficile spedizione per risalire le acque del grande fiume, arrivare fino alla sorgente, individuare l'ingresso all'Averno e conquistarsi il diritto di immergersi nello Stige, combattendo contro gli dei e le terribili creature che popolano il regno degli inferi.


L'autore
Franco Forte nasce a Milano nel 1962. Giornalista, traduttore, sceneggiatore, editor delle collane edicola Mondadori (Gialli Mondadori, Urania e Segretissimo), ha pubblicato i romanzi Cesare l'immortale, Caligola – Impero e Follia, Il segno dell’untore,Roma in fiamme, I bastioni del coraggio, Carthago, La Compagnia della Morte, Operazione Copernico, Il figlio del cielo, L’orda d’oro – da cui ha tratto per Mediaset uno sceneggiato tv su Gengis Khan –, tutti editi da Mondadori, e La stretta del Pitone e China killer (Mursia e Tropea). Per Mediaset ha scritto la sceneggiatura di un film tv su Giulio Cesare e ha collaborato alle serie “RIS – Delitti imperfetti” e “Distretto di polizia”. Direttore della rivista Writers Magazine Italia (www.writersmagazine.it), ha pubblicato con Delos Books Il prontuario dello scrittore, un manuale di scrittura creativa per esordienti. Il suo sito: www.franco-forte.it.

ALESSANDRO RASCHELLA'


Alessandro Raschellà è nato nel 1980 a Mammola, paesino di circa tremila abitanti della provincia di Reggio Calabria. Ha vissuto per un anno a Padova durante il suo primo anno universitario per poi trasferirsi a Reggio Calabria per terminare i suoi studi. Si è laureato in ingegneria delle telecomunicazioni con il massimo dei voti e dopo aver vissuto gran parte della sua gioventù in Calabria, si è reso conto di voler andar via dall’Italia e di non voler fare solo l’ingegnere.
Dopo aver viaggiato per l’Irlanda e il RegnoUnito, si è stabilito per qualche anno a Barcellona dove ha svolto un dottorato di ricerca all’università politecnica della  Catalogna conseguendo un PhD in comunicazioni wireless. Vive attualmente a Liverpool dove svolge  l’attività di ricercatore senior all’università John Moores.
Ma la sua più grande passione è stata da sempre la letteratura. Ha pubblicato la prima edizione di entrambi i suoi libri, Mia Nonna Fuma (vincitore della prima edizione del concorso "Parole da scrivere" indetto dall'Associazione culturale Libro Aperto) e Brother con Libro Aperto International Publishing. I suoi  libri sono attualmente liberi da vincoli  contrattuali e in attesa di una nuova opportunità di pubblicazione.
Il suo stile è influenzato dai maggiori esponenti della cultura pop nordamericana come Douglas Coupland, Charles Bukowski e Chuck Palahniuk. Il suo primo romanzo “Mia Nonna Fuma” è stato recentemente auto pubblicato in italiano e spagnolo ed è disponibile in tutti i principali store on line.


 Il protagonista, di cui non verrà mai svelato il nome, soffre da sempre di un grave disturbo della concentrazione, a causa del quale si trova a dover adattare i suoi pensieri al mondo circostante e spesso capiterà di udire canzoni e storie nella sua mente proprio mentre gli altri gli staranno parlando. Nonostante ciò riuscirà a vivere le esperienze di un ragazzo della sua età: lavori, viaggi e nuove conoscenze. La particolarità di quest’opera sta soprattutto nella mancanza di punti di riferimento: nessun personaggio ha un nome, ma al limite un soprannome atto ad identificarlo, così come manca il nome di ogni città visitata, che viene solo descritta dal punto di vista architettonico e culturale. Il lettore si trova in un contesto che può solo supporre senza però perdere di vista la narrazione: in fondo, come sostenuto dallo stesso protagonista, i nomi dei personaggi sono spesso fittizi e a nulla servono se non a disperdere l’attenzione del lettore. Così il nostro protagonista studia, viaggia e non tralascia di conoscere amici alquanto bizzarri con cui condividere le sue esperienze: un viaggio che a quanto pare sembrerebbe non aver mai fine. Il tutto ben circondato da quella mancanza di concentrazione di cui soffre il protagonista: così ci ritroveremo nella sua mente, talvolta perdendoci in frasi di canzoni e talvolta lasciandoci trasportare dai suoi ragionamenti poco inerenti alle conversazioni in atto. 




 Osservazione del contesto, analisi del fenomeno, decisione accurata di come e quando agire sono le regole del ciclo che condizionano le scelte più importanti della vita di Massimiliano. Contemporaneamente a vari cicli che continuano ad aprirsi e a volte chiudersi, Massimiliano ne segue uno in particolare, il ciclo della sua vita. L'Osservazione della sua adolescenza gli fa capire che soffre di una forte depressione; quella lunga osservazione lo catapulta d'improvviso all'analisi di come cerca di sconfiggere la depressione, che conduce Massimiliano alla decisione: scappare lontano da casa, lontano da tutti, con la prima scusa che gli viene in mente. La scusa è lo spaccio di marijuana all'estero, celato da una copertura che con la droga ha poco a che vedere: un dottorato di ricerca. La decisione è rischiosa, lo spaccio di droga lo diverte, i suoi strani clienti gli piacciono, adora la propria attività a tratti assurda, ma vissuta con normalità. Quando però tutto sembra andare per il verso giusto, le cose gli sfuggono improvvisamente di mano: l'azione sta per arrivare nel momento più delicato della vita di Massimiliano e la possibilità di sbagliare non è contemplata.

Un romanzo che, sotto la patina post apocalittica e fantastica, traccia un quadro grottesco e pessimista della società in cui viviamo.
Burundanga ripercorre cinque epoche vissute e raccontate da tre generazioni appartenenti alla stessa famiglia, narrando un viaggio indietro nel tempo che porta lentamente all’angosciante verità sulla diffusione della schizofrenia che ha sconvolto l’Europa.
Un’umanità ridotta ad una massa di zombi ambulanti, schiava della tecnologia e di una sostanza psicotropa che annulla, distorcendole, le facoltà intellettive; identità slabbrate e prive di orizzonti, vite alla deriva e rapporti interpersonali che si riducono all’indifferenza e alla più cupa apatia; sentimenti messi al bando a favore di interrelazioni rette dalla più completa bulimia psichica e morale. Burundanga, ricca di sottotesti, è un'opera pervasa da pessimismo e disperazione in un viaggio grondante sangue e miseria, alla ricerca di una felicità impossibile e, purtroppo, illusoria.


Per info:

Paginadedicataalla versione italiana: https://alessandroraschella.com/mia-nonna-fuma/
Paginadedicataalla versione spagnola: https://alessandroraschella.com/mi-abuela-fuma/

30 set 2017

NEWS MONDADORI


26 SETTEMBRE

Ci fu un silenzio e poi un alito caldo e costante contro la schiena, un vento forte e secco che soffiava dal deserto spingendomi verso la città e il suo oceano. Mi toccava, muovendosi in tante direzioni contemporaneamente, sfiorandomi le tempie. Avevo già sentito quella brezza, avevo visto quella luce e sapevo cos'era: il luminoso invisibile. Questa volta feci come aveva detto Max. Non cercai di afferrarlo, non mi concentrai né provai a capirlo. Lo lasciai splendere. Ecco poche righe che contengono tutte le parole del romanzo di Eugenia: cielo, luce, vento, città, oceano, splendore. Mancano però le parole amore, rabbia, terremoto che costelleranno le avventure della nostra imprevedibile protagonista. Eugenia si catapulta, adolescente romana con la sua famiglia "che non fa mai le cose come si deve", in una zona decisamente ruvida di Los Angeles, agli inizi degli anni '90. Attraverso i suoi occhi stupefatti vediamo accumularsi l'amore, la droga e gli eccessi, le amicizie travolgenti e delicate, l'affiorare di una coscienza politica. E poi Los Angeles con una natura selvaggia che affiora dai marciapiedi, dalla terra che trema, dispersa e fluttuante in un disordine alieno di strade e persone. E come un rombo di un aereo intercontinentale lontano nel cielo, la coscienza di Eugenia, con il suo linguaggio emotivo e psichico unici, agisce e sgretola impietosamente il falso mito di un'America idealizzata, dove tutto è in vendita. Il primo ad accorgersi di questo libro è stato Gerry Howard, l'editore americano di David Forster Wallace: il primo a capirne la potenza innovativa definendolo "meravigliosamente vibrante", il primo che ha visto in questa storia il talento e l'accuratezza, la regola ferrea di un lavoro durato cinque anni. Un libro che l'autrice ha scritto prima in inglese e poi tradotto in italiano. Un'ispirazione severamente coltivata dunque, come un debutto deve essere.

NEWS DE AGOSTINI


Tutto questo ti darò
Premio Planeta 2016: bestseller internazionale, oltre 300.000 copie in Spagna


Dolores Redondo è la regina del literary thriller.” Carlos Ruiz Zafón
Se vuoi essere davvero libero, devi prima conoscere la verità.
Quando una coppia di agenti in divisa bussa alla sua porta, Manuel, scrittore di successo impegnato nella stesura del prossimo bestseller, intuisce all’istante che qualcosa di grave deve essere accaduto ad Álvaro, l’uomo che ama e al quale è sposato da anni. E infatti il corpo senza vita del marito è stato ritrovato al volante della sua auto, inspiegabilmente uscita di strada tra le vigne e i paesaggi scoscesi della Galizia, a chilometri di distanza dal luogo in cui Álvaro avrebbe dovuto trovarsi al momento dell’incidente. Sconvolto, Manuel parte per identificare la salma ma, giunto a destinazione, si ritrova presto invischiato in un intrico di menzogne, segreti e omissioni che ruota attorno alla ricca e arrogante famiglia d’origine del marito. Con l’aiuto di Nogueira, poliziotto in pensione dal carattere ruvido, e di Padre Lucas, il prete locale amico d’infanzia di Álvaro, Manuel indaga sulle molte ombre nel passato dei Muñiz de Dávila e sulla vita segreta dell’uomo che si era illuso di conoscere quanto se stesso.
Serrato, sorprendente e ricco di atmosfera, Tutto questo ti darò è un thriller psicologico dalla sensibilità finissima, capace di indagare con la stessa lucidità le dinamiche del cuore e quelle – troppo spesso malate – della società.
“Dolores Redondo è un punto di riferimento nella narrativa spagnola di oggi.” El Mundo
“Un Twin Peaks ambientato in Galizia dove l’indagine poliziesca si mescola allo scavo psicologico e alla riflessione sulla universalità del male.” La Razón

Dolores Redondo

DOLORES REDONDO ha studiato Legge e ha lavorato nel mondo del business per anni. I suoi romanzi hanno venduto oltre 1.000.000 di copie nella sola Spagna e sono stati tradotti in 35 lingue. Il suo romanzo d’esordio, Il guardiano invisibile, è stato selezionato per il prestigioso premio CWA International Dagger Award 2015. I diritti cinematografici sono stati acquisiti dalla Nadcon, casa di produzione della trilogia Millenium. Il film uscito in Spagna lo scorso marzo ha ottenuto un grande successo di pubblico e di critica. Con Tutto questo ti darò si è aggiudicata il Premio Planeta 2016, ha venduto nella sola Spagna 350.000 copie ed è stato inserito nella short list CWA International Dagger, il più importante premio di crime europeo.

NEWS EMONS


Regia Flavia Gentili
Durata 15h 13m
Versione integrale
Traduzione Manuela Francescon
Pubblicazione 12 ottobre 2017
ISBN 9788869862502

È l’estate del 1937 e la famiglia Cazalet si appresta a riunirsi nella dimora di campagna. Ad attenderli, uno stuolo di cameriere e domestici, lunghe passeggiate, il tè a letto la mattina, segreti e bugie. I due capostipiti, affettuosamente soprannominati il Generale e la Duchessa, vigilano su atmosfere d’altri tempi. Ma sotto la rassicurante e rigida morale vittoriana qualcosa sta cominciando a cambiare. Un romanzo “che mette voglia di divorare al più presto anche gli altri quattro capitoli della saga dei Cazalet.” (Mario Fortunato)



Durata 15h 36m
Versione integrale
Traduzione Vincenzo Mantovani
Pubblicazione 12 ottobre 2017
ISBN 9788869862458
Coleman Silk, professore di lettere classiche all’Athena College, da cinquant’anni nasconde un segreto. Un giorno però, a pochi anni dalla pensione, basta una parola detta per sbaglio e contro di lui si scatena una violenta e ipocrita caccia alle streghe. La brillante vita accademica e la bella famiglia cedono sotto il peso del perbenismo. E non c’è scampo, perché “noi lasciamo una macchia, lasciamo la nostra impronta. Impurità, crudeltà, abuso, errore, escremento, seme: non c’è altro mezzo per essere qui”.


IAIA FORTE legge LA STORIA di Elsa Morante
 
A La Storia, forse il romanzo più importante di Elsa Morante, la scrittrice ha consegnato la massima esperienza della sua vita. Grandiosa narrazione popolare, non a caso accostata ai Promessi Sposi per respiro e importanza, suscitò molto scalpore quando uscì nel 1947. Ambientato a Roma, nel ventre delle sue periferie, durante e dopo la seconda guerra mondiale, questo capolavoro mette in scena la Storia, quello "scandalo che dura da 10mila anni".
.
DAL 26 OTTOBRE IN LIBRERIA
 
 
MASSIMO POPOLIZIO legge
LETTERA AL MIO GIUDICE di Georges Simenon

Un piccolo capolavoro del grande autore belga. Una lunga, accorata, sincera lettera che un uomo invia al giudice che lo ha condannato, dopo aver quasi rinunciato a difendersi durante il processo. L'uomo è Charles Alavoine, medico di campagna. Non sappiamo quale delitto abbia commesso. Ripercorrendo la sua vita, si confessa come a un confidente per giustificare la sua colpa. Una narrazione che tiene in scacco il lettore, che sentirà il bisogno di ribellarsi al finale.  
 
DAL 26 OTTOBRE IN LIBRERIA
 
 
EZIO MAURO legge
L'ANNO DI FERRO E DI FUOCO

Cronache di una rivoluzione 

1917 - 2017: cento anni fa i bolscevichi prendevano il potere in Russia. Ezio Mauro torna sui luoghi della rivoluzione per raccontarne i protagonisti, facendosi cronista di ieri. 
Di San Pietroburgo esplora le strade, i palazzi e gli angoli più tetri, alla ricerca di ogni traccia che possa restituire il clima di quei giorni turbolenti. E la scoperta della città si trasforma nel racconto delle vicende di cui è stata teatro.
Ezio Mauro ci racconta una storia che lega la penna del grande inviato a uno degli episodi più violenti e appassionati della storia novecentesca.
 
DAL 2 NOVEMBRE IN LIBRERIA
 
 
ANNA BONAIUTO legge
ANNA KARENINA di Lev Tolstoj

Nell'anniversario dei cent'anni dalla Rivoluzione russa, Anna Karenina prende "corpo" nella magnifica lettura di Anna Bonaiuto.
Qual è il vero peccato di Anna, quello che non si può perdonare e che la consegna alla vendetta divina? Indubbiamente la sua prorompente vitalità, che cogliamo fin da subito, da quando scende dal treno a Pietroburgo. Il suo bisogno d'amore, che è anche inevitabilmente repressa sensualità: è questa la sua vera, imperdonabile colpa. Un capolavoro assoluto della letteratura del XIX secolo affidato a una delle più grandi voci narranti in Italia, quella di Anna Bonaiuto.

 
DAL 9 NOVEMBRE IN LIBRERIA
 
TOMMASO RAGNO legge
IL PENDOLO DI FOUCAULT di Umberto Eco

Dopo Il nome della rosa Ragno legge ancora Umberto Eco. Una mirabolante, vertiginosa, giostra di evoluzioni. Misteri celati e interpretati tra scienze occulte, società segrete, complotti cosmici e... un piano. Il Piano. Quello che tre strambi redattori editoriali si inventano per celia e per noia e che qualcuno prende molto, troppo sul serio. Pericolosamente. Un libro che è molti libri: un giallo incalzante, un saggio rigoroso, un appassionante reportage storico, caustico e provocatorio come un pamphlet. Geniale come il suo autore a cui dà voce, ancora una volta, un impeccabile Tommaso Ragno.
 
DAL 9 NOVEMBRE IN LIBRERIA
 
 
SERGIO RUBINI legge
LE NOSTRE ANIME DI NOTTE di Kent Haruf

Rubini dà voce al testamento spirituale di Kent Haruf. Finalmente.
Holt, Colorado. Un giorno Addie Moore bussa alla porta del suo vicino di casa, Louis Waters. Sono entrambi soli, vedovi, in là con gli anni. "Probabilmente ti starai chiedendo cosa ci faccio qui", dice lei. "Be', non penso tu sia venuta per dirmi che casa mia è graziosa", risponde lui. La proposta di Addie è chiara, diretta: "Vuoi passare le notti da me?". Inizia così una storia di intimità, amicizia e amore fatta di racconti sussurrati alla luce delle stelle e piccoli gesti di premura. Un'alchimia che accenderà presto le critiche della piccola e ottusa comunità di Holt.
 
DAL 16 NOVEMBRE IN LIBRERIA
una coedizione Emons |NN Editore
 
 
ISABELLA RAGONESE legge
SOFIA SI VESTE SEMPRE DI NERO
di Paolo Cognetti

Premio Strega 2017 con Le otto montagne, Cognetti è anche un abilissimo architetto dell’universo femminile che qui ha la voce di Isabella Ragonese. Sofia si veste sempre di nero è un romanzo composto da dieci racconti autonomi che accompagnano l’inquieta protagonista per trent’anni di vita: dall’infanzia in una famiglia borghese apparentemente normale, ma percorsa da tensioni latenti, all’adolescenza tormentata da disturbi psicologici; dalla scoperta del sesso e della passione per il teatro, al momento della maturità e dei bilanci. Cognetti ci regala il profilo di una donna magnetica.
 
DAL 23 NOVEMBRE IN LIBRERIA
 
 
GIOVANNA MEZZOGIORNO legge
NEMICO, AMICO, AMANTE di Alice Munro


Una raccolta di racconti, nove. Uno più straordinariamente normale dell’altro. Dentro ci siamo tutti. Gli amori corrisposti, quelli infelici. La vita in due, i tradimenti, matrimoni e divorzi. I baci non dati, la malattia e la morte. Nemico, amico, amante ha la capacità di toccare le corde più intime narrando una manciata di esistenze in cui avvenimenti imprevisti e dimenticati riaccendono fiamme sopite. Da Flannery O'Connor a Henry James, da Chechov a Tolstoj, non c'è grande autore di racconti a cui Alice Munro non sia stata accostata. Ma il suo talento nel districare quel groviglio che è la natura umana è unico e incomparabile. Per noi le ha dato voce un’impeccabile Giovanna Mezzogiorno.
 
DAL 23 NOVEMBRE IN LIBRERIA
 
 
ALESSIO BONI legge
GIORNI SELVAGGI di
William Finnegan


Per qualcuno il surf è solo uno sport. Per il surfista è una filosofia di vita, un cammino alla ricerca di sé. William Finnegan, Premio Pulitzer 2016 per la Biografia, ha cominciato a sfidare il dio oceano da ragazzo, in California e alle Hawaii. Giorni selvaggi è il racconto di una storia passata a inseguire le onde più belle nei cinque continenti: dalla Polinesia all’Australia, da Madeira al Sudafrica, dalle Figi al Madagascar. È il diario di un’ossessione, uno straordinario romanzo d’avventure e infine un viaggio iniziatico nei segreti di un’arte esatta – il surf –, che è la chiave per esplorare la vita. A condurci sulla cresta dell’onda è la voce sapiente di Alessio Boni. 
 
DAL 30 NOVEMBRE IN LIBRERIA
una coedizione Emons | 66thand2nd
 

NERI MARCORÈ legge
DIARIO DI UNA SCHIAPPA 9 di Jeff Kinney


Greg è felice, sono finalmente iniziate le vacanze! Tutto sembra filare liscio fino a quando a sua mamma viene una delle solite idee: perché non fare un viaggio tutti insieme? Così ha inizio l'avventura, ma gli imprevisti sono in agguato: alberghi improbabili, gabbiani prepotenti e maiali in fuga... Tutto può succedere con gli Heffley in viaggio! Torneranno a casa sani e salvi?  

DAL 26 OTTOBRE E IN DIGITALE DAL 16