24 mar 2016

RECENSIONE: - WAITING FOR WYATT - SD HENDRICKSON


•    TITOLO: Waiting for Wyatt
•    AUTORE: S.D. Hendrickson
•    EDITORE: CreateSpace Indipendent Publishing Platform
•    PAGINE: ebook: 343 / libro: 375
•    LINGUA: Inglese
•    ANNO PUBBLICAZIONE: 12/01/2016
•    GENERE: New Adult, Romance Contemporaneo
•    IN ITALIA: Inedito
•    DIFFICOLTA`: 3/5
 
INFORMAZIONI:
A.    AUTRICE: (tradotta da me da: http://sdhendrickson.com/about/)  SD Hendrickson ha una Laurea in Scienze del Giornalismo da l’Universita` dello Stato del Oklahoma.  Attualmente, i suoi giorni sono dedicati ad insegnare  software per i computer a  Compagnie di olio e gas; e scrivendo manuali tecnici didattici. “The Mason List” e` il suo primo romanzo ed e` arrivato in semifinale della 2015 Goodreads Choice Awards come Migliore Autore Debuttante.  S.D. Hendrickson vive a Tulsa con suo marito e i loro due cani schnauzer. Adora la cioccolata, i libri romantici, gli Oklahoma State cowboys, la musica, “Lost”, le spiagge, il caffe`, cucinare, i meravigliosi tramonti, “Friends”, le storie tristi dei cuccioli, sognare l’Australia, la Guacamole, le citazioni, guardare Netflix, “Dawson’s Creek”, le vasche idromassaggio, i salvataggi di animali esotici, andare in vacanza, “Friday Night Lights”, scrivere e ovviamente, la cioccolata.
B.    LIBRO: Questo e` il secondo romanzo dell’autrice; il primo romanzo e` “The Mason List” uscito il 10 gennaio del 2015.

TRAMA: (Tradotta da me da: http://sdhendrickson.com/waiting-for-wyatt/ ) 
“I cani che meritavano una possibilità, il ragazzo a cui ne serviva una seconda,e la ragazza determinata a salvarlo.”
Il mio nome e` Emma Sawyer. Ho incontrato Charlie e Wyatt nello stesso afoso giorno estivo. E` stato inaspettato, lasciandomi una sensazione in fondo allo stomaco come quella volta che ho guidato troppo veloce verso Beckett Hill. Tutto e` accaduto all’improvviso, tutto veloce e rapido e un po` strano. O forse quello era solo la personalità di Wyatt. E` stato Charlie che ci ha portati assieme. Il Piccolo Charlie con le sue strambe orecchie.  Ho trovato il cane, che aspettava in una pozza del proprio sangue. Aspettava qualcuno. Aspettava me. Ora Wyatt, lui non stava aspettando nessuno. Almeno questo e` quello che diceva, eccetto che  ho visto qualcosa di diverso nel ragazzo distrutto tutto solo nel bosco. Sapevo che aveva bisogno di me ancor prima che se ne rendesse conto lui stesso. Wyatt con le sue fossette nascoste. Wyatt e i suoi avvertimenti che dovevo stargli lontano. Era un duro pezzo di carbone, pronto per bruciare tutto ciò intorno a se. Il più che bruciava, più mi trascinava nel dolore che vedevo inciso nel suo sguardo. Volevo aiutare Wyatt. Volevo salvarlo come lui salvava tutti i Charlie nel mondo. Mi ha detto che non dovevo innamorarmi di lui, ma l’ho fatto lo stesso. Mi sono innamorata fortemente, velocemente e profondamente di Wyatt Caulfield.
Ma questo prima che conoscessi il suo segreto.

RECENSIONE:
La storia inizia con la protagonista, Emma, che salva un cane che veniva maltrattato dal padrone di casa.
Decide di portarlo in un negozio di animali, gestito da una certa Diana, in modo da potergli trovare una nuova famiglia.
Diana manderà la protagonista in un altro posto in cui il piccolo Charlie potra` guarire e riprendere le forze.
E` qui che incontrerà Wyatt, un ragazzo che abita da solo in mezzo al nulla e che si occupa di un canile speciale … un canile composto da diversi cani reduci da un brutto passato in attesa di una famiglia pronta ad amarli.
Questo incontro sarà il primo di molti altri per i nostri protagonisti … Emma si recherà al canile per Charlie, ma anche perché è incuriosita da Wyatt e sente che ha bisogno di aiuto.
Il loro rapporto all’inizio non parte bene, lui fa di tutto per non farsi conoscere ma pian piano, col passare dei giorni e degli avvenimenti i due imparano a conoscersi ed innamorarsi.
La protagonista femminile, Emma, la impariamo a conoscere subito, nelle prime pagine e nei primi capitoli … e` una ragazza con un cuore grande: studia, fa volontariato in una casa di riposo, aiuta il vicino anziano e solo, lavora in una biblioteca ed e` sempre disponibile ad aiutare tutti. Umani o animali.
Nelle sue visite al canile non fa solo compagnia a Charlie ma anche agli altri cani presenti, come Lola ( una dolcissima pitbull bianca che veniva usata come esca per le lotte clandestine di cani e a cui hanno levato i denti ) e Cye ( un timido e diffidente cane reduce da un passato di abusi e rimasto senza un occhio).
Ogni volta si avvicina sempre più a Wyatt , protagonista maschile che, diversamente da Emma, lo si impara a conoscere ad ogni loro incontro e si capisce che Wyatt e` un’anima in pena e soffre per qualcosa, un segreto che si scoprirà nella seconda parte del libro; dove abbiamo un flashback della sua storia, sotto il suo punto di vista, fino a scoprire questo grande segreto.
Il romanzo e` suddiviso in quattro parti:
1.    Narrazione sotto il punto di vista di Emma
2.    Narrazione sotto il punto di vista di Wyatt
3.    Narrazione sotto il punto di vista di Emma
4.    Ed infine l’epilogo sotto il POV di entrambi
E`stata una lettura coinvolgente e dolce.
Un racconto pieno di altruismo, romanticismo e amore … un amore non solo come sentimento tra due persone ma anche per gli animali, gli indifesi.
Il tema principale di tutto il romanzo e` la “seconda possibilità” ; una nuova possibilità per poter redimersi e per una nuova vita, migliore di quella precedente, sia per gli umani che per gli animali ( in questo caso i cani nel canile di cui si occupa Wyatt ).
E` una lettura veloce e coinvolgente, ti fa entrare nella vicenda e ti tiene attaccato sin all’ultima pagina per poter scoprire come si svolgerà il tutto.
Un libro che lo consiglio a tutti, soprattutto a chi adora le storie romantiche un po` diverse e per chi adora gli animali.
Che dire, buona lettura!
Voto: 5 su 5

RECENSIONE A CURA DI LAURA DALLE LUCHE

RECENSIONE: - INVESTIGATION - MARIE FORCE





INVESTIGATION
Marie Force
HarperCollins Italia
Fatal Series #1

Washington è la città del detective Samantha Holland. Le"scene del crimine" sono sempre state la sua passione fin da bambina e il suo intuito l'ha aiutata in più di un'occasione nel risolvere anche i casi più ostici. Almeno fino all'ultima indagine dove qualcosa è andato storto e lei si è vista portare via carriera e credibilità. Per questo ha bisogno di riscattarsi e di un caso nuovo in cui tuffarsi anima e corpo. L'occasione si presenta quando il senatore John O'Connor viene trovato brutalmente ucciso nel suo letto e l'indagine viene assegnata proprio a lei. La situazione è davvero complicata anche perché Sam si trova a dover collaborare con Nick Cappuano, amico fraterno e capo dell'ufficio stampa del senatore, ma anche sua vecchia conoscenza. Lei deve far forza su se stessa per rimanere concentrata sul caso, nonostante si senta in bilico tra ciò che vorrebbe fare e ciò che è giusto fare. Sam sa che anche il più piccolo errore potrebbe risultare fatale, soprattutto alla luce dell'inarrestabile scia di cadaveri che trova sulla propria strada.

Contrariamente a quello che fa pensare la copertina, non si tratta di un thriller classico ma più precisamente di un Romantic Suspense. Per chi non lo sapesse un Romantic Suspense è quel genere di romanzo che oltre a raccontare la storia d'amore tra i due protagonisti, gli stessi vengono poi coinvolti, in un mistero da risolvere.
Investigation è il primo volume della serie Fatal composta attualmente da una novella prequel e dieci romanzi (in Italia sono usciti i primi due e i prossimi due usciranno ad Aprile 2016). Il tema conduttore della serie è che gli omicidi su cui i due protagonisti indagano hanno a che vedere con le alte sfere della politica e del potere americano (Senatori, Giudici della Corte Suprema etc. etc.).  
Sarebbe preferibile leggerli nel loro ordine di pubblicazione perché la storia privata dei due protagonisti si dipana volume dopo volume mentre ogni libro affronta un diverso caso da risolvere.
Ma ora passiamo al libro in questione. Sam (Samantha) Holland è una detective molto brava nel suo lavoro, purtroppo a causa di un'indagine finita male viene tenuta un po' in disparte, le cose cambiano quando viene trovato morto un senatore. A quel punto per riscattarsi, Sam dovrà risolvere il caso, ma non sarà sola a doversi districare tra intrighi, giochi di potere, giornalisti e segreti da nascondere. Durante la sua indagine, infatti, oltre al suo simpatico collega, incontrerà l'affascinante Nick Cappuano, conosciuto anni prima.
Per l'impostazione generale della serie ricorda molto la In Death di J.D. Robb per cui se vi piace il genere, potreste dare un'opportunità anche a questa. 
Le vicende sono narrate principalmente dal punto di Vista di Sam, una donna forte, testarda e coraggiosa sul lavoro ma quando si tratta di sentimenti, l'insicurezza prende il sopravvento. 
Il rapporto tra i due dipanandosi nei vari volumi assume un aspetto secondario all'interno di questo libro, l'autrice, infatti, concentra la maggior parte dell'attenzione sul caso da risolvere. E francamente la cosa non mi dispiace. Amo il Romance e il Thriller allo stesso modo. 
Alcune parti, forse, potrebbero sembrarvi troppo raccapriccianti ma nonostante tutto è scritto in una maniera scorrevole, buona caratterizzazione dei personaggi, con una bella dose di sensualità che non guasta e una trama davvero coinvolgente.
Le uniche pecche che mi hanno impedito di dare le cinque stelle è che forse alcuni aspetti legati alle procedure della polizia mostrate nel romanzo non mi sono sembrate abbastanza realistiche e un piccolo appunto anche sulla scoperta del colpevole. Non capisco perché Sam pur conoscendo della sua esistenza quasi subito non le abbia mai sfiorato l'idea di indagare anche sulla persona in questione. Non scenderò in dettagli per non rovinarvi la lettura.
Per il resto, trovo sia stata una lettura piacevole e sicuramente leggerò anche il secondo volume. 

21 mar 2016

RECENSIONE: - L'INVIATA - GERALDINE SOLON

L'INVIATA

La giornalista americana Sophie Matthews è alla ricerca di quel posto, tanto difficile da trovare, che possa chiamare casa. Lavorare alla Constar Communications da una parte le ha permesso di vedere il mondo e di conoscere culture diverse, ma dall'altra la vita da nomade le ha impedito di avere relazioni durature. Ora che sta per compiere quarant'anni, le priorità di Sophie cambiano e decide di lasciare il lavoro per inseguire un sogno diverso: conoscere un uomo, sistemarsi e metter su famiglia. Il suo capo, Greg Sullivan, ha una sola richiesta: Sophie deve prima portare a termine un ultimo incarico sulla vita dell'artista e scrittrice Marina Suárez.

Durante la seconda guerra mondiale, tutti gli abitanti del villaggio di Marina furono catturati dai soldati giapponesi e lei è stata l'unica a sopravvivere. Come sia riuscita a scampare al massacro rimane un mistero. L'incarico suscita la curiosità di Sophie, ma è riluttante al pensiero di tornare alle Filippine, luogo dal quale, dieci anni prima, se n'era andata con il cuore spezzato per via di Eric Santiago, l'unico uomo che Sophie abbia mai amato. Destino vuole che, poco dopo il suo ritorno a Manila, le loro strade si incrocino di nuovo. Mentre Sophie cerca di svelare il mistero della vita Marina, scopre che Eric è l'unico a poterla aiutare a mettere insieme i pezzi. Quello che non sa è che l'oscuro segreto di Marina le cambierà la vita per sempre.
 
Questo è il secondo libro che leggo di quest'autrice e confesso di averlo apprezzato decisamente di più del precedente.
Le vicende sono raccontate attraverso vari punti di vista ma il principale è quello di Sophie Matthews, una giornalista sulla soglia dei 40 anni che decide di voler lasciare il suo lavoro per costruirsi una famiglia. Prima però, il suo capo Greg, le impone un ultimo incarico e solo se lo porterà a termine potrà realizzare il suo sogno.
Dovrà andare nelle Filippine e intervistare l'artista e scrittrice, Marina Suarez. Quel posto a Sophie non suscita un bel ricordo ma non può dire di no al suo capo...
La storia è ambientata nel 1986 nelle Filippine e mentre seguiamo la protagonista nel suo intento di svelare la storia di Marina e risolvere allo stesso tempo la sua questione personale con Eric. Il lettore ne viene a conoscenza attraverso i flashback dell'artista e parti del suo diario risalenti alla seconda guerra mondiale quando i Giapponesi occuparono il paese.
Come accennavo prima non si tratta solo di risolvere il mistero che circonda la vita di Marina ma c'è anche una questione di cuore rimasta in sospeso. Un mix che ho apprezzato anche se ero più interessata all'aspetto principale più che alla storia d'amore tra Sophie ed Eric. Forse, tra loro, si è risolto tutto troppo velocemente e questo ha fatto perdere un po' di credibilità al loro rapporto.
Lo stile è scorrevole, la storia è coinvolgente (anche se qualche aspetto della trama risulta un po' prevedibile), c'è giusta dose di passione senza troppi dettagli ma l'aspetto più interessante è la descrizione delle Filippine: della sua gente, della sua storia e della sua cultura.
I personaggi sono ben caratterizzati: Sophie è una donna forte, indipendente e ha deciso di concentrarsi esclusivamente sul lavoro. Ha sempre condotto una vita vagabonda (ha continuamente viaggiato per le sue interviste) per non pensare al dolore causato dalla morte dei suoi genitori in un incidente e per la delusione amorosa di dieci anni prima. Marina, invece, è diventata una donna chiusa, solitaria e arrabbiata con tutti e tutto ma non è sempre stata così. E' la vita che ha vissuto che l'ha resa tale, sarà Sophie che riuscirà a portare a galla i motivi che l'hanno resa tale e a farle rendere conto che c'è un'altra possibilità.
Una lettura davvero piacevole.

03 mar 2016

RECENSIONE: - IL PRIGIONIERO DELLA NOTTE - FEDERICO INVERNI


Il Prigioniero della notte
Federico Inverni
2016

Lucas è un detective. Nella sua vita gli sono rimasti solo il nome e il lavoro. Il suo passato è una ferita sempre aperta da un evento sconvolgente ha segnato la sua vita... e la sua mente. Come un automa attraversa i delitti su cui è chiamato a investigare, mettendo al servizio della giustizia il suo intuito straordinario, quasi visionario, e la sua sensibilità persino eccessiva. Fino a quando incappa in un caso diverso da tutti gli altri: una giovane donna trovata morta con il terrore negli occhi e nessun segno di violenza apparente. Lucas sa che il colpevole è un assassino seriale e ne ha conferma da Anna, psichiatra profiler, abituata a scandagliare il male in tutte le sue forme, da quando lei stessa, da ragazza, ha vissuto un’esperienza traumatizzante. Lucas e Anna annaspano in un labirinto di follia in cui i ricordi del loro passato, tenuti troppo a lungo sepolti, riemergono taglienti come vetri rotti in un’indagine che li coinvolge da vicino, lasciandoli devastati di fronte a una verità impensabile. 

 Era da un po' di tempo che non leggevo un thriller così accattivante. Di solito, ho una predilezione per quelli americani ma sin dalle prime pagine, mi sono subito resa conto che Il prigioniero della notte non aveva niente da invidiare. E' incredibile.
Siamo a Haven, Lucas è un detective molto bravo tanto da essere impiegato solo nei casi più difficili. Dopo una giornata di lavoro infernale, si ritrova, suo malgrado, a dover seguire il caso di un serial killer con la profiler Anna Wayne. Da questo momento in poi, la trama si dipana in un susseguirsi di rivelazioni e svolte imprevedibili. La sensazione costante è che mentre la storia sta prendendo una certa piega, all'improvviso, succede qualcosa che porta il lettore in un'altra direzione.
Lo stile è coinvolgente, scorrevole e ricco di suspense. Per non parlare dell'originalità e dell'ottima introspezione psicologica dei due protagonisti.
Le vicende si svolgono nell'arco di pochissimi giorni e vengono raccontate principalmente dal loro punto di vista ma con un piccolo particolare: quello di Lucas è in terza persona mentre quello di Anna è in prima. Una scelta inusuale che potrebbe infastidire il lettore, invece non crea alcun problema.
Lucas e Anna sono due personaggi molto interessanti: Lucas è un uomo indecifrabile, freddo ma ha una logica deduttiva e intuitiva superiore a molti altri detective e per questo molto rispettato. Non prova emozioni ed è incapace di relazionarsi con gli altri. Invece, Anna è una donna determinata, molto coraggiosa nonostante quello che ha vissuto in passato e per questo, si è impegnata tantissimo per diventare una brava profiler.
Mi è piaciuto molto il loro modo di rapportarsi. Entrambi hanno un passato doloroso alle spalle e hanno pagato un prezzo per gli errori che hanno commesso.
Grandissima cura nelle descrizioni degli ambienti e non solo, ma senza appesantire in alcun modo la lettura.
Non mi dispiacerebbe se qualcuno decidesse di farne un film. Intanto, non vedo l'ora che venga pubblicato il prossimo libro di quest'autore.
Consigliato!

01 mar 2016

NEWS LONGANSI


2 MAGGIO 2016

La protagonista di questo libro - il primo di una trilogia - non ha paragoni e anche per questo è già un fenomeno internazionale.

«Maestra ha una protagonista di un'energia e una complessità morale che la avvicinano a grandi eroine della narrativa. Sexy, intelligente e meravigliosamente spietata.»
The New York Times

«La quarantenne storica dell'arte Lisa Hilton svela un segreto sensazionale: ha scritto un thriller veramente sorprendente.»
Daily Mail

È sexy, è intelligente, è spietata ed è molto, molto pericolosa…

Londra. Judith Rashleigh è assistente in una prestigiosa casa d’aste, è giovane, colta ed efficiente, di ottime maniere e molto bella. Ma tutto questo non basta. Il sogno di farsi strada con la propria competenza e intelligenza si infrange contro una barriera insuperabile di maschilismo, corruzione, snobismo. Perché, a quanto pare, a fregiarsi del titolo di «Maestro» possono essere soltanto gli uomini. Ma Judith non si arrende. Combatte. Con tutte le armi che ha a disposizione. Compreso il sesso e, se necessario, la capacità di uccidere. Sola, in pericolo e in fuga, Judith può contare soltanto sulla sua capacità di mimetizzarsi perfettamente tra i ricchi e famosi del pianeta e sulla sua competenza. Tra yacht lussuosi, antichi palazzi d’Europa e oscuri traffici d’arte antica e contemporanea, Judith diventa progressivamente sempre più padrona del proprio destino, nel bene e, soprattutto, nel male. Ma è un male necessario per essere indipendente, importante, rispettata. Per essere, in una parola, «Maestra».

maestra-libro.com