30 lug 2015

DAL SOL LEVANTE CON FURORE

Ho sempre ritenuto che qualsiasi cultura sia affascinante poiché ha elementi insiti e che sono solo loro prerogative e, per questo, spesso sono incomprensibili a chi è straniero.
Una delle culture che ritengo più particolare è quella del Giappone,una delle più vaste secondo il mio parere partendo dal gastronomico fino a giungere all'artistico.
Non ho mai visitato questo arcipelago e spero vivamente di riuscirci un giorno per potermi così confrontare con una cultura molto raffinata e che può sembrare rigida nei confronti degli occidentali,ma come si suol dire : paese che vai, usanze che trovi; se dovessi nominare quelli che per me sono i simboli del Giappone indubbiamente direi il sushi,la carpa koi,il kimono, ma soprattutto gli alberi di ciliegio e i manga.
Tante volte ho fantasticato di poter vedere dal vivo lo spettacolo dato da questi alberi o semplicemente l’insieme delle strutture che costituiscono questo Stato e data l’imminente impossibilità di organizzare un viaggio ho deciso di ripiegare sui manga.
I manga sono dei fumetti , per intenderci, simili a quelli che si leggeva da piccoli con delle piccole ma grandi differenze.
Se prendiamo in considerazione i fumetti come Tex, Diabolik o semplicemente un Topolino e li confrontiamo con quelli giapponesi noteremo delle diversità basilari proprio perché si tratta dei disegni,che sono alla base dei manga.
Il disegno o comunque il creare un manga  è un’arte in Giappone,è un lavoro molto impegnativo che parte dalla struttura base delle scene per poi essere ampliata con i dialoghi che devono caratterizzare i personaggi oltre che a sviluppare la trama scelta,il tutto in relazione alla fascia d’età a cui è rivolto il manga poiché si parte da quelli ideati per i bambini che si approcciano alla lettura per passare poi alla fascia adolescenziale e concludersi con quella relegata agli adulti.
Ovviamente anche le categorie di genere sono tantissime: fantasy,drammatico,storico,romantico,comico fino ad arrivare a quelli più piccanti e che sono vietati ai minori di 18 anni.
Ma tornando ai disegni,credetemi se vi dico che sono un capolavoro! Leggendo i manga troverete panorami di varie città giapponesi che ,se confrontati con fotografie scattate da vivo,vedrete saranno riproduzioni fedelissime della realtà. E i personaggi?Soprattutto i ragazzi sono uno spettacolo! !
Siete curiosi e non sapete da che lettura iniziare?Oppure eravate a conoscenza di questo mondo e cercate qualche consiglio per una nuova lettura?
Oggi vi propongo due manga molto famosi:


InuYasha 
Takahashi Rumiko 
Genere: Azione,avventura,soprannaturale,comico,drammatico,romantico e storico.

Casa editrice: Star Comics

Trama: Giappone, era medievale, epoca Sengoku. Inuyasha, un mezzodemone, ruba da un villaggio la Sfera dei Quattro Spiriti, un oggetto che può accrescere enormemente i poteri di un individuo. Inuyasha non va troppo lontano: Kikyo, la giovane sacerdotessa del villaggio, lo trafigge con una freccia sacra che, attraverso il corpo di Inuyasha, si conficca al Goshinboku, un albero sacro nella foresta vicina. Per il potere della freccia sacra, Inuyasha rimane come congelato in un sonno magico sospeso nel tempo. Ferita a morte, forse dallo stesso Inuyasha, Kikyo raccomanda alla sorella minore Kaede di bruciare la sfera insieme al suo corpo, affinché non possa cadere in mani sbagliate.
Giappone, tempo presente, città Shibuya Kagome Higurashi è una studentessa di scuola media e abita nell’antico tempio shintoista di famiglia. Nel giorno del suo quindicesimo compleanno sta uscendo di casa per andare a scuola, quando sorprende il suo fratellino Sota intento nel cercare il suo gatto Buyo nel santuario del tempio. Improvvisamente Kagome è risucchiata all’interno dell’antico pozzo annesso al santuario da un enorme demone, il Millepiedi Joro, risvegliatosi grazie al potere spirituale di Kagome, e si ritrova trasportata nell’epoca Sengoku.Ed è qui che incontrerà Inuyasha e sarà costretta a compiere un viaggio insieme a lui,a cui poi si accoderanno altri personaggi,per poter recuperare i frammenti della Sfera dei Quattro Spiriti.



Vampire Knight 
Matsuri Hiro

Genere :Drammatico,romantico,soprannaturale,vita scolastica,tragedia.

Casa editrice: Manga planet

Trama: Vampire Knight è ambientato nella Cross Academy, una prestigiosa scuola privata con una quanto meno insolita struttura delle classi. Gli studenti sono infatti divisi fra Day Class, composta da normali studenti che svolgono le loro lezioni di giorno, e Night Class, un'élite di geni bellissimi che in realtà sono vampiri. Solo tre persone della Day Class sono a conoscenza di questa seconda faccia della Night Class: il preside e i due "Guardiani", Yuuki Cross, la protagonista, e Zero Kiryu,il quale prova un odio viscerale per queste creature della notte. I compiti dei Guardiani sono: assicurare una convivenza pacifica fra le due classi e non far scoprire il segreto della Night Class. Yuuki ben presto, attanagliata dai dubbi sul suo passato e da visioni sanguinose scopre che Kaname Kuran, il capo della Night Class, le nasconde un segreto.

Di entrambi i manga sopracitati sono disponibili anche gli Anime,o volgarmente chiamati cartoni animati.Per Inuyasha si contano 6 serie con un totale di 167 episodi che coprono la sceneggiatura fino al volume 36 per poi terminare con la stagione numero 7 di 26 episodi incentrati sui volumi 37-56.Mentre per Vampire Knight abbiamo la divisione della storia in 2 stagioni, la prima con il medesimo titolo che conta 13 episodi così come la seconda stagione che prende il nome di Vampire Knight Guilty.D i entrambi,così come per altri titoli,potete trovare i vari episodi in lingua giapponese con sottotitoli in inglese o in italiano e anche in lingua inglese con sottotitoli in italiano ma personalmente vi consiglio i primi dato che ascoltare la lingua giapponese mentre si assiste all’evoluzione dei disegni diventati animati è una combo favolosa.

Al prossimo post con dei manga che affrontano tematiche della vita quotidiana,ma non per questo meno avvincenti. 


26 lug 2015

NON APRITE QUEL LIBRO A CURA DI ANNA AI YAZAWA

Questa nuova rubrica nasce come risposta a una domanda che mi son posta un po' di tempo fa mentre ero intenta a trovare dei libri scritti in lingua inglese e non ancora pubblicati in Italia che fossero davvero interessanti. Come ben si sa, può capitare che un libro ,per quanto bestseller o con ottime recensioni, può poi non piacere nel momento in cui ce lo troviamo sottomano; personalmente non son mai stata una lettrice che lascia in sospeso un libro sebbene a volte la voglia sia davvero tanta. Perciò mi sono chiesta : cosa ne faccio dei libri a cui ho dedicato tempo ma che alla fine non mi sono piaciuti? Meritano comunque di essere citati o è meglio cancellarli? Così l'idea di creare questa nuova rubrica che , ci tengo a precisare, è basata su un parere personale come lo è una qualsiasi recensione dopo tutto.
In particolare andrò ad analizzare 3 libri non dal punto di vista stilistico in quanto non sono una lettrice che ama scrivere perciò non ho le competenze per giudicare l'assetto strutturale adoperato ,piuttosto mi concentrerò sulle trame e personaggi presentati.



Il primo è Find her, keep her :

Autrice : Z.L. Arkadie
Lingua : Inglese

Questa è la storia di Belmont e Daisy, lui imprenditore edile e lei giornalista che si occupa di mete turistiche.
I due si conoscono per caso quando lui ,uomo bellissimo e fin troppo sicuro di sé , avvicina lei, in fuga dalla sua ultima storia d'amore con il peggiore dei finali : il suo ex fidanzato prossimo al matrimonio con la sua ormai ex migliore amica senza che lei avesse captato qualche segnale di ciò.
Con la premessa di lascarsi alle spalle questo brutto tradimento, parte per questioni lavorative e il fato le fa incontrare Belmont che la intriga e la tiene sulle spine con la sua carica e la sua mascolinità. Certo non si può dire che sia un tipo indeciso poiché nell'arco di un giorno i due si ritrovano a letto insieme, e fin qui nulla di male se pensiamo a una sorta di "chiodo scaccia chiodo" per la nostra Daisy. Ma pochi giorni dopo, se non qualche ora addirittura, si inizia a parlare di amore o meglio Belmont confessa di essere innamorato di lei e cerca di convincere Daisy di provare gli stessi sentimenti soprattutto dopo quello che è accaduto con il suo ex. Arrivata a questo punto già inizio a sospettare un fiasco delle mie iniziali aspettative poiché, da donna, non permetterei a un uomo di convincermi di provare qualcosa solo perché c'è stato un coinvolgimento fisico, tuttavia ho dato il beneficio del dubbio fino a quando c'è stato il momento rivelatore. Arriva la coppia che scoppia ossia l'ex fidanzato con l'ex amica per poter chiarire la loro situazione con Daisy e proprio durante questo confronto si scopre il segreto di Belmont : lui è un ex gigolò. E da qui in poi il putiferio : Daisy si sente tradita, Belmont si sente in colpa e "sporco" e i due si allontanano per poi ritrovarsi ovviamente alla fine del libro nuovamente assieme e ,ciliegina sulla torta, dopo soli 6 giorni di conoscenza lui chiede la sua mano e lei scopre di essere incinta. Sono piuttosto consapevole di aver fatto una sintesi di tutto ciò che si potrebbe dire dell'opera ma mi sono soffermata alle parti principali per farvi capire cosa non va ,secondo me ,nel libro. Partendo dal presupposto che è una storia d'amore quindi mi aspettavo l'argomento romantico e le scene intime però ciò che non avevo programmato erano gli eventi della trama poiché nel bel mezzo della lettura e anche a fine libro mi sono chiesta: come è possibile che le risulti difficile mandare avanti una conoscenza  con un uomo con cui ha una "relazione" fisica da soli 2 giorni e di cui non conosce tanto dopo aver saputo che le sue abilità in camera da letto sono dovute a un passato lavorativo? Ma soprattutto perché scandalizzarsi tanto dopo tutto ciò che hanno combinato insieme? Lui poi che guarda caso conosce la madre di lei, grazie alla quale si risolverà tutto. E come è possibile che nell'arco di pochissimi giorni ,4 per la precisione, cambi idea? Il giudizio che mi è sorto spontaneo alla fine è che, più che classificarlo come romanzo, si dovrebbe etichettare come Fantasy poiché è impossibile trovare l'amore in una sola settimana soprattutto se si è insicuri tanto quanto la protagonista.

Andiamo avanti, il secondo è It started with a kiss :


Autore : Lindy Dale
Lingua: Inglese
Casa Editrice : Secret Creek Press

Questo libro si potrebbe definire un classico per via della trama : Georgie a 8 anni si trasferisce in una nuova città e nel suo traumatico primo giorno di scuola fa amicizia con un bambino di nome Nate,i due diventano amici per la pelle, trascorrono tanto tempo insieme e si prometto amore come due bambini posso fare alla loro età : sposandosi nell'armadio di casa di lui. Passano gli anni e sono sempre l'uno accanto all'altra finchè nella fase adolescenziale le cose diventano più serie tra i due sebbene Gerogie è un po' reticente e abbastanza spaventata alla sola idea di complicare le cose tra i due, ma poi accade : il tutto ha inizio con un bacio tra i due, ora sono fidanzato e fidanzata. Proiettati al college la coppia si divide e da quel momento non hanno notizie dell'altra persona fino a quando, 12 anni dopo, si incontrano al parco mentre si danno al running. La narrazione del libro è particolare in quanto parte proprio da questo loro incontro nel presente per poi alternare momenti del passato a eventi ed epilogo del presente, l'utilizzo di queste scene con i flashback è il tassello che aiuta a inquadrare il loro tipo di rapporto ed  è abbastanza gradevole come lettura, però ripeto dicendo che per me è un classico in quanto è la storia di una vita quella della coppia che , dopo tanti anni, torna insieme come se fosse segnata dal destino un  po' pigro. Questo libro è l'emblema della sottile linea che scorre tra l'essere piacevole e l'essere scontato.

Ultimo per oggi One to Hold :



Autore : Tia Louise
Lingua : Inglese

Avete mai fantasticato di andare in vacanza per una settimana con la vostra migliore amica per staccare dai problemi che vi perseguitano e incontrare un uomo sexy,  che vi prende e vi rivolta come un calzino?
Questo è quello che accade a Melissa quando arriva nel suo hotel in Arizona sebbene lei avesse ideato tutt'altro tipo di relax ma quando incontra l' affascinante Derek le scintille non si fanno attendere e, sotterrando i sensi di colpa verso il marito infedele e dal quale è in procinto di divorziare, decide di lasciarsi andare in questi giorni. Ma il trucco di questa magia  è ben presto svelato : una volta tornata a casa Melissa scopre che Derek in realtà è l'investigatore assunto dal marito per monitorarla proprio quando lei era alla ricerca delle prove che incastrassero suo marito di tutti gli adulteri commessi dopo il primo e l'unico ammesso.
Per tutta risposta Melissa decide di andare da Derek e dirgliene quattro vista la presa in giro ed è qui che gli confessa tutta la sua rabbia nei confronti del marito e di tutte le ingiustizie da lui commesse : gli adulteri, il tentato stupro e le varie minacce.
E anche qui il finale è un clichè : il marito di Melissa tenta nuovamente di farle del male ,corre in suo soccorso Derek che successivamente confessa il suo amore per lei. Tutto è bene ciò che finisce bene indubbiamente, ma le dinamiche che hanno portato a ciò non sono  state poi così innovative . La chimica con uno sconosciuto è qualcosa che intriga parecchio ,ma quante possibilità ci sono di ritrovarselo nella stessa città e quale uomo di professerebbe così innamorato dopo una sola settimana di passione per di più?!


Ribadisco ancora una volta che questi sono pareri personali e che quindi sono IO che non offrirei i miei ritagli di tempo libero o le mie notti insonni a libri simili poiché ,se proprio devo sognare, lo voglio fare in grande stile! E con qualcosa di originale e razionale al tempo stesso, per potermi convincere che tutto, ma proprio tutto, è possibile in questa vita.

24 lug 2015

RECENSIONE: - SO CHE CI SEI - ELISA GIOIA



AUTORE: Elisa Gioia
CASA EDITRICEPiemme
ANNO DI PUBBLICAZIONE: 2015

C’è qualcosa di peggio che essere tradita e mollata dal ragazzo con cui pensavi di passare tutta la vita. Ed è vederlo online su WhatsApp, per tutta la notte, e sapere che non sta scrivendo a te, non sta pensando a te, ma a qualcun altro.
È proprio quello che capita a Gioia al suo ritorno da Londra, dopo aver passato mesi facendo di tutto per tornare da Matteo, cantante di un gruppo rock che sembrava irraggiungibile e invece quattro anni prima era diventato il suo ragazzo. Peccato che ad aspettarla all’aeroporto, al posto di Matteo, ci sia il padre di Gioia, l’aria affranta e un foglio A4 tra le mani, con la magra e codarda spiegazione del ragazzo che non ha neanche avuto il coraggio di lasciarla guardandola negli occhi.
Dopo mesi di clausura, chili di gelato e un rapporto privilegiatissimo col suo piumone, però, Gioia si fa convincere a passare un weekend con le sue migliori amiche a Barcellona. Non c’è niente di meglio di un viaggio, qualche serata alcolica e un po’ di chiacchiere tra donne per riparare un cuore infranto.
Se poi a questo si aggiunge un incontro del tutto inaspettato con un uomo che pare spuntato direttamente dalla copertina di un magazine di successo, la possibilità di ricominciare pare ancora più vicina.

So che ci sei è un romanzo inizialmente auto-pubblicato, poi visto il grande successo, è stato ripubblicato da una casa editrice. Ho letto un'intervista di qualche tempo fa e l'autrice sembrava intenzionata a scrivere un sequel e leggendo il finale "alla Via col Vento" (come mi piace chiamarli di solito) della versione Piemme, io lo spero proprio.
Ma partiamo dall'inizio. Il romanzo racconta la storia di Gioia (scritto in prima persona e unico punto di vista), una ragazza che dopo il suo ritorno da Londra, scopre che il fidanzato Matteo, cantante di un gruppo rock, l'ha lasciata con un foglio A4 e si è messo con un'altra. Dopo questa cocente delusione per alcuni mesi sembra non essere interessata a nulla fino a quando le sue migliori amiche non la convincono a passare un week-end a Barcellona. Qui fa la conoscenza di Christian, Mr Copertina. Sembra una conoscenza occasionale ma tornata in Italia scopre che...
Devo confessare che ho apprezzato molto il romanzo (tranne il finale se è destinato ad essere un solo volume) perché ha una trama leggera, è scorrevole (non ci sono momenti in cui annoiarsi) ma il punto di forza è soprattutto l'ironia con cui viene raccontata la storia della protagonista.
Gioia è un personaggio con cui è facile entrare in sintonia ed è impossibile non provare simpatia nonostante le sue insicurezze. Mi piace il suo carattere solare e leale. Effettivamente potrebbe essere chiunque di noi. Per quanto riguarda il protagonista maschile... non voglio dire niente. Sappiate che il loro rapporto è un continuo punzecchiarsi, stuzzicarsi e...baciarsi.
Poi ci sono le amiche e i genitori di Gioia che intratterranno il lettore con i loro divertenti modi di fare e d'intromettersi.
Passiamo alla nota dolente: il finale. Tralasciando la scelta effettuata per la conclusione (che il mio lato romantico non ha apprezzato ma è una questione di gusti) mi ha lasciato un po' perplessa l'email di Christian ma sinceramente non mi sembrava scritta dal personaggio per come era stato presentato. Se questo fosse l'unico volume non mi ha convinto questa scelta.
Altro piccolo appunto (ma niente di grave). Christian viene immortalato sulle riviste di gossip, lavora nel mondo della musica e ne parlano anche sul web, possibile che solo quando è con Gioia in Italia non finisce sui giornali?
Comunque, nonostante tutto, trovo sia una lettura piacevolissima. Da portare in spiaggia.

RECENSIONE: - ALL'INFERNO NON C'E' GLAMOUR - LUCY SYKES JO PIAZZA



AUTORE: Lucy Sykes Jo Piazza
CASA EDITRICE: Piemme
ANNO DI PUBBLICAZIONE: 2015

Imogen Tate, stiletto vertiginoso e un alone di fascino che la avvolge come un tailleur di Chanel, può dire di avercela fatta: pupilla di Anna Wintour, è riuscita a posare la sua borsa Hermès sull’ambita scrivania di direttrice di Glossy, scintillante magazine che le mani laccate di tutta New York sfogliano avidamente ogni settimana. Insomma, il mondo della moda la adora e non può fare a meno di lei. Almeno finché Im non va via per un anno sabbatico. Al ritorno, infatti, sulla sua scrivania trova un altro paio di tacchi a spillo: quelli di Eve Morton, la sua ex assistente. Che adesso, dopo un master nella Silicon Valley, è tornata nella redazione di Glossy a prendere il posto di comandante in capo, con in mano un’arma letale. La tecnologia. Eve è multicanale, “multisociale”, twitta, whatsappa, posta su Instagram e Facebook… 
Come se non bastasse, ha licenziato metà dello staff e assunto ragazzine magrissime che vanno avanti a tofu e quinoa e lavorano 24/7. 

Ma può un tweet sostituire la carta patinata? La classe non passa per Internet o, perlomeno, non solo: e quando una serie di catastrofi minaccia di mandare all’aria Glossy per sempre, Imogen e Eve dovranno unire le forze…

All'inferno non c'è glamour, testo che richiama molto Il Diavolo veste Prada, è un romanzo scritto da due profonde conoscitrici della moda e tutto quello che ruota attorno.
Faccio una breve premessa. Io non ho letto Il Diavolo veste Prada e non sono un'appassionata di moda ma confesso che questo libro mi è piaciuto molto. E' senza dubbio la lettura giusta per rilassarsi in questa estate caldissima.
Tutto inizia quando Imogen Tate, una quarantaduenne intelligente, elegante, indipendente e di successo torna al suo lavoro di capo di una famosa rivista di moda, scoprendo che la sua bella rivista di moda cartacea si è trasformata in una on line. Il problema è che Imogen non ha dimestichezza con il mondo virtuale e invece dovrà lavorare con Eve la sua ex assistente, arrogante, presuntuosa, arrampicatrice sociale ma costantemente connessa ad Internet. Questo farà sentire Imogen fuori posto nella rivista che lei stessa ha portato al successo in passato.
La storia è raccontata soprattutto dal punto di vista di Imogen (ma non è l'unico) ed è ambientata a New York. All'inizio la trama è incentrata su come le due donne dovranno collaborare per portare avanti la rivista, poi si passa alle contrapposizioni: cartaceo o on line? una quarantaduenne impeccabile e classica o una donna giovane e spregiudicata? Conta la quantità o la qualità per avere successo?
Un ironico dietro le quinte di una rivista di moda: pugnalate alle spalle, idee sensazionali, lotta per portare a casa risultati, servizi fotografici, sfilate di moda e via di seguito.
Mi è piaciuta Imogen, una donna di successo ma anche dolce e leale nonostante le difficoltà a cui viene sottoposta. Forse l'avrei preferita più battagliera fin dall'inizio, invece di mostrarsi troppo accondiscendente. E' vero che è stato uno shock per lei assistere a quel drastico cambiamento però per certi aspetti mi è sembrata un po' troppo defilata.
Come accennato all'inizio, le due autrici sanno bene di cosa stanno parlando per cui non potevano mancare nomi di stilisti, capi di abbigliamento, manifestazioni, marchi famosi ma considerato che il mondo virtuale la fa da padrone, vengono citati anche community e app di vario genere.
Lo stile è scorrevole, leggero e frizzante, la trama è veloce, i dialoghi sono spiritosi e i personaggi sono ben caratterizzati.
Consigliato!

16 lug 2015

INTERVISTA: SANDY RAVEN

Ho il piacere di ospitare la scrittrice di Historical Romance Sandy Raven, in occasione della pubblicazione in Italia della sua serie Caversham Chronicles. Eugenia Franzoni l'ha intervistata per Voi:

http://www.sandyraven.com/
https://www.facebook.com/SandyRavenAuthor/
Se potessi scegliere un periodo storico in cui vivere, quale sarebbe?
Decisamente il 1800. Credo di essere nata nel periodo sbagliato.

Quale dei tuoi eroi vorresti come marito in quel periodo?
Oooh.... mi piacerebbe dire Ren, ma ho appena finito il libro di Lucky e lui è così... simile a me. Ha un cuore puro e si fida delle persone, quindi non riesce a capire se qualcuno lo sta usando. E quando questa persona gli confessa cosa ha fatto, la perdona all'istante, perché la ama da tanto tempo.

Quale è l'abito di cui hai scritto che ti piace di più?
In Giò sua, uno dei carateri secondari è una disegnatrice di abiti dilettante; l'abito che Elise indossa per il suo ballo di presentazione in società l'ho preso da un abito storicamente corretto e l'ho reso scandaloso. Era proprio la cosa che Elise avrebbe AMATO fare.

Quale è la cosa che ti piace di meno del tuo periodo storico preferito?
Hmmm.... l'igiene scarsa, lo scarico dei sanitari, la medicina moderna, l'acqua pulita... devo andare avanti?

Quale sarebbe il tuo hobby storico?
Anche se mia madre mi ha insegnato a ricamare e lavorare ai ferri, probabilmente sarei stata un fantino, non riesco a restare chiusa in casa tutto il giorno.

Con quale dei tuoi personaggi vorresti rimanere chiusa in ascensore?
Quello più importante con cui parlare credo sarebbe Cav, l'ottavo Duca in “Miss Amelia accalappia un duca”.

La zitella Amelia accetta una posizione da dama di compagnia per la propria zia, un'arrampicatrice sociale che sta progettando il suo prossimo matrimonio, prima ancora di uscire dal lutto per il suo secondo marito. E l'uomo a cui sua zia sta dietro non è altri che il facoltoso vedovo, il duca di Caversham. A una festa a cui partecipano sia il duca che la zia, Amelia rimane inorridita davanti al comportamento della sua parente, quindi decide di nascondersi nella biblioteca e nel giardino del suo ospite per tutta la durata della loro visita. Durante una passeggiata di sera, nel labirinto, incontra un signore di una certa età, che la intriga e la eccita. Fugge via senza saperne il nome, solo per incrociarlo di nuovo in biblioteca qualche giorno dopo, dove, con enorme stupore di Amelia, lui la bacia. E lei restituisce il bacio! Amelia e il duca vengono sorpresi nel loro abbraccio appassionato dalla zia. Imbarazzata per il proprio comportamento libertino, Amelia fugge dalla stanza credendo che lui l'abbia usata per evitare la megera. Dopo aver affrontata quest'ultima, il duca fa ciò che crede sia la cosa più onorevole da fare, e progetta di sposare Amelia. Solo che non glielo chiede.


"Miss Amelia accalappia un duca" è il prequel della trilogia "Le cronache di Caversham", di cui è già disponibile online il libro, "La sposa di Caversham".

Cosa fareste per salvare coloro che amate di più?
Venduta come schiava dagli uomini che avrebbero dovuto ucciderla, Angelia Gualtiero ora deve convincere l'uomo che l'ha acquistata ad aiutarla. Lia farebbe qualsiasi cosa per salvare il suo fratellino dalla zia assassina, anche sposare un uomo che sa che vuole solo usare il suo corpo.
Marcus Renfield Halden, nono duca di Caversham, ha bisogno di un erede per mettere al sicuro la sua ricchezza, il suo titolo e il futuro delle sue giovani sorelle da un cugino disperato che sospetta l'abbia preso di mira alla ricerca del titolo di duca e della sua fortuna. Quando vede una donna che scappa da una guardia in un mercato di Tangeri, all'inizio resta affascinato dalla sua bellezza. Dopo che Ren viene a sapere la sua storia, è rapito dal suo coraggio. Allora, fa a Lia un'offerta che lei non può rifiutare.
Suo fratello per un erede.

Quello che nessuno dei due si aspetta è di innamorarsi.

Quale è stata la scena che hai preferito o odiato scrivere?
In La sposa di Caversham, quando Ren scopre che Lia è stata rapita da suo cugino, lo stesso che ha ucciso suo padre e la sua matrigna incinta. La sua paura era così tangibile per me che ho pianto.

Quale dei tuoi animali è il tuo compagno preferito quando scrivi?
Il mio gatto Ernie, si siede sulla spalliera della sedia mentre lavoro. Il suo vero nome è Ernest Hemingway, perché ha delle dita di più in una zampa, quindi è giusto che sia lui il mio compagno.

Quale è il tratto o la caratteristica comune dei tuoi eroi?
L'onore, la lealtà e l'amore della famiglia.

Se un tuo libro dovesse diventare un film, quali attori sceglieresti?
Per scrivere ho usato questi personaggi come ispirazione visiva: in “Miss Amelia accalappia un duca”, George Clooney è Cav e Amelia è Amy Adams. Per “La sposa di Caversham” (che originariamente è stato scritto prima di Miss Amelia!) Timoth Dalton, che era stato James Bond... sigh... e Mia Sara, un'attrice degli ultimi anni '80.

PROSSIMAMENTE:
Libro secondo: "Già sua", disponibile dal settembre 2015
Libro terzo: "L'amore di Sarah", disponibile dal dicembre 2015
Libro quarto: "La signora di Lucky", disponibile dal febbraio 2016

08 lug 2015

SANDY RAVEN

Di una famiglia di origini italiane, Sandy è cresciuta sulla costa del Golfo del Texas, con la sabbia tra le dita e i capelli costantemente crespi, ed è questo il motivo per cui ora vive nel mezzo del nulla in Virginia, in un posto con un'umidità minima o moderata (per dei ricci perfetti e non crespi), colline ondeggianti e boschi coltivati.

La sua casa è una vecchia fattoria ristrutturata, che condivide con il suo marito eroe, ai piedi delle Blue Ridge Mountains, dove ha avuto più gatti, cani e cavalli di quanti voglia ammettere. La sua seconda passione, dopo la scrittura, sono i suoi animali: pratica l'equitazione naturale, e ama cavalcare i suoi Tennessee Walkers scalzi sui sentieri e nei boschi intorno alla sua casa.


https://www.facebook.com/author.sandy.raven
https://www.facebook.com/SandyRavenAuthor

La zitella Amelia accetta una posizione da dama di compagnia per la propria zia, un'arrampicatrice sociale che sta progettando il suo prossimo matrimonio, prima ancora di uscire dal lutto per il suo secondo marito. E l'uomo a cui sua zia sta dietro non è altri che il facoltoso vedovo, il duca di Caversham.

A una festa a cui partecipano sia il duca che la zia, Amelia rimane inorridita davanti al comportamento della sua parente, quindi decide di nascondersi nella biblioteca e nel giardino del suo ospite per tutta la durata della loro visita. Durante una passeggiata di sera, nel labirinto, incontra un signore di una certa età, che la intriga e la eccita. Fugge via senza saperne il nome, solo per incrociarlo di nuovo in biblioteca qualche giorno dopo, dove, con enorme stupore di Amelia, lui la bacia. E lei restituisce il bacio!
Amelia e il duca vengono sorpresi nel loro abbraccio appassionato dalla zia. Imbarazzata per il proprio comportamento libertino, Amelia fugge dalla stanza credendo che lui l'abbia usata per evitare la megera. Dopo aver affrontata quest'ultima, il duca fa ciò che crede sia la cosa più onorevole da fare, e progetta di sposare Amelia.
Solo che non glielo chiede.


"Miss Amelia accalappia un duca" è il prequel della trilogia "Le cronache di Caversham", di cui è già disponibile online il libro, "La sposa di Caversham".


Le successive uscite:
Libro secondo: "Già sua", disponibile dal settembre 2015
Libro terzo: "L'amore di Sarah", disponibile dal dicembre 2015
Libro quarto: "La signora di Lucky", disponibile dal febbraio 2016

Estratto:


Miss Amelia accalappia un duca
di Sandy Raven

“Non ho l'abitudine di chiedere alle signore di sposarmi. In effetti, voi siete solo la seconda a ricevere un simile… invito.” Si avvicinò un po', tanto da riuscire a vedere il leggero fremito del delizioso labbro inferiore di lei. “E avete risposto al mio bacio, Amelia, non fate finta che non sia così.”
Nel suo viso rivolto verso l'alto vide indecisione, paura e addirittura… desiderio. Cav voleva baciarla di nuovo, ma temeva di spaventarla. Come se gli avesse letto nel pensiero, lei indietreggiò verso le porte aperte che davano sul giardino. “Anche se prima della scorsa notte potrei non aver desiderato sposarmi, ora lo voglio.”
“Ecco! Avete appena ammesso di non volermi sposare,” concluse lei, “e io non sposerò un uomo solo perché è stato colto a baciarmi. Perché… avreste potuto dirmelo direttamente, che ero la vostra seconda scelta.”
Cav cercò di catturare il suo interesse, mentre lei camminava avanti e indietro tra il servizio da tè e le porte a vetri, ma lei non gli prestò attenzione e continuò.
“Non voglio essere la seconda scelta di nessuno. Voglio, anzi no, merito di essere l'unico desiderio di un uomo.” Si fermò, guardandolo dal basso verso l'alto, e aggiunse: “Per questo motivo devo rifiutare la vostra generosa offerta, Vostra Grazia.”
Non poteva credere alle sue orecchie; qualsiasi altra donna avrebbe accettato la sua proposta di matrimonio e le uniche due a cui l'aveva veramente chiesto l'avevano rifiutato. Oh, non aveva dubbi che sarebbe riuscito a farla accettare, Cav sapeva che doveva solo baciare Amelia e lei avrebbe detto di sì.
Ma stavolta era diverso. Lei era diversa. Si era presa cura della propria famiglia anche quando suo padre era in vita e non sapeva cosa fare altrimenti. Come l'avrebbe convinta che era lei, Miss Amelia Manners-Sutton, che desiderava? Le scostò una ciocca ribelle di capelli dal viso e, quando le sue dita le toccarono la calda pelle della guancia, fu attraversato da una scossa che risvegliò sensazioni da lungo tempo sopite.
“Amelia, non sono un giovinotto e non voglio giocare. Vi ho desiderata dalla sera in cui ci siamo incontrati nel labirinto del giardino, proprio come ho desiderato baciarvi la scorsa notte. In questo stesso istante, vi desidero così ardentemente che una certa parte di me è in costante agonia perché vi voglio nuda, nel mio letto. Sotto di me, sopra di me, accanto a me.
“E non mi arrenderò, né rinuncerò al mio obiettivo finché non mi direte di sì.”

Volevo che il mio lavoro venisse tradotto come prima lingua in italiano, principalmente perché sono italo-americana, dato che la mia famiglia è ancora in Sicilia. I miei genitori erano di Palermo e Catania. Mi hanno educato ad avere una forza interiore e una morale molto simili alle loro. Mi hanno insegnato che se volevo qualcosa di difficile da avere, dovevo lavorare duro e, un giorno, l'avrei avuta. Ora i miei genitori sono morti, ma so che sono orgogliosi di me perché ho realizzato il mio sogno di diventare una scrittrice.

Nella mia serie, “Le cronache dei Caversham”, vedrete come su un'intera famiglia influisce l'amore di una eroina italiana.

Nel prequel, “Miss Amelia accalappia un duca”, incontrerete il padre dell'eroe e saprete come Ren diventò l'uomo protettivo che era.

In “La sposa di Caversham” incontrerete Angelia, una giovane donna che sognava una vita semplice sui libri, come quella dei suoi genitori. Le cose per lei cambiano quando un incendio uccide i suoi genitori e lascia da soli lei e suoi fratello, che vengono affidati alla loro perfida zia, che non vuole altro che l'eredità dei due bambini. La donna cerca di far uccidere Lia, ma lei sopravvive, torna a salvare suo fratello e si crea una nuova vita con la moglie di un uomo potente.

In “Già sua”, la sorella più giovane dell'eroe e Lia sono diventate buone amiche, non solo cognate. Elise ha amato per tutta la vita il migliore amico di suo fratello. Lia la aiuta a coltivare la loro relazione. Elise è una giovane donna molto attiva, che preferisce cavalcare a suonare il pianoforte o ricamare. Michael pensava di volere una signora perfetta come moglie, una che non mettesse a soqquadro la sua tranquilla vita, ma non può fare a meno di riconoscere che l'unica donna perfetta per lui era stata sotto il suo naso da sempre. Deve imparare a fidarsi del suo cuore e della donna che ama.

In “Amando Sarah”, incontrerete la figlia di Miss Amelia e di suo marito (il padre di Ren). Sarah desidera l'avventura e pensa che a vita diventerà noiosa dopo il matrimonio, quindi vorrebbe provare queste emozioni prima di sposarsi. Per farlo, vuole imbarcarsi come clandestina sulla nave del fratello di Lia (Lucky) durante una gara fino all'America e ritorno... tranne che finisce sulla nave sbagliata! Per questo è costretta a sposare il capitano, il migliore amico di Lucky, Ian. Sarah affronta i suoi problemi con una forza interna e una maturità che ha imparato da sua cognata, Lia, e da suo fratello Ren.

In “La signora di Lucky” incontrerete il fratellino di Lia ormai cresciuto. Lui e il suo amico sono proprietari di una piccola compagnia di importazione di tè. Sono giovani che lavorano duro e si sforzano di crearsi una propria vita. L'amico di Lucky ha sposato sua cognata e mentre lui è a casa a prendersi cura di sua moglie che ha appena avuto un bambino, Lucky va in America, a Baltimora, a far costruire due nuove navi su loro progetto. Lì incontra una giovane donna diversa da tutte quelle che ha incontrato in vita sua: è estremamente intelligente e progetta navi per il cantiere a cui si sono rivolti. Mary dice a Lucky che ama suo marito, ma nasconde un segreto e, quando viene arrestata per adulterio, deve chiedere aiuto a Lucky per aiutarla a fare l'unica cosa che ha sempre voluto: crescere sua figlia se dovesse venire considerata colpevole.

Ci sono altri libri in arrivo nella serie; sto scrivendo le storie delle figlie di Lia, Elise e Beverly, proprio ora, poi ci sono altri figli e fratelli di cui scrivere. Amo la famiglia e il mondo che ho creato, e credo veramente che tutto questo non sarebbe mai stato possibile se i miei genitori non mi avessero insegnato a lottare per ciò che voglio.

Grazie per quello che fai, Lady Aileen. Lo apprezzo molto!

07 lug 2015

LIDIA DI SIMONE

Lidia Di Simone, abruzzese, vivo a Milano dove lavoro come caporedattore per il magazine “Focus Storia” e per la rivista di storia militare “Wars”.
Sono giornalista professionista da oltre vent’anni, sono stata caporedattore del mensile “Biografie” e del teen magazine “Topgirl”, ho collaborato con settimanali d’attualità, femminili e mensili di viaggio, con quotidiani e inserti di economia, ho fatto la cronista di nera e la giornalista musicale, sono stata responsabile della redazione spettacoli, autrice televisiva e curatrice di guide culinarie, ho scritto di gossip e costume, di cinema e sentimenti, di abiti griffati e divi capricciosi. Sono appassionata d’arte, di mostre e musei.
Ho scritto un romanzo per la Mondadori, Love & the city, che parla di amore, passioni, segreti e tradimento, metropoli affascinanti e architetture avveniristiche.  Tutto parte dalla storia di Amanda, una ragazza travolta da un'auto e dal destino, che le fa perdere il grande obiettivo della sua vita, diventare un'atleta professionista, per farle però guadagnare un'altra chance come architetto. Amanda, Maddie per gli amici, trova lavoro in uno studio di proprietà di Alistair Wolf, un'archistar internazionale che sembra prenderla a benvolere e le offre grandi opportunità professionali. Ma il loro rapporto travalica bene presto l'ambito professionale per diventare qualcos'altro. I due si rincorrono, si amano appassionatamente, si fanno del male deliberatamente. O forse no? Forse dietro quello che succede a questa giovane londinese c'è ben altro? Maddie si trova a lavorare tra Shanghai e Milano, tra i grattacieli di Londra e i padiglioni dell'Expo per scoprire che con Wolf non tutto è come appare. E in uno scenario che comprende il mondo del design e gli edifici fantasmagorici dove i due vivono una relazione fatta di passione travolgente ed erotismo sfrenato, la spiegazione a ogni mistero arriverà solo alla fine. Godetevi l'amore visto dal sessantottesimo piano e non perdetevi una storia romantica e misteriosa che vi travolgerà come ha travolto Maddie!


Amanda, detta Maddie, non ha ancora trent’anni e un corpo da atleta. Lo era davvero, fino a pochi anni fa, quando un SUV l’ha investita, una sera, mentre si allenava, mettendo fine alla sua carriera. Maddie era l’astro nascente delle Olimpiadi di Londra, dove secondo tutti i pronostici sarebbe arrivata sul podio più alto: purtroppo, invece di correre gli 800 come una gazzella, ha dovuto prendere in mano la sua vita e giocare una nuova mano con le carte che il destino le ha riservato. Si è laureata in architettura e adesso sta per iniziare una nuova carriera – anche se per ora solo come stagista – in un prestigioso studio londinese (che somiglia molto a quello di Norman Foster, affacciato sul Tamigi). Qui Maddie incontra due persone che cambieranno il suo destino: la cinese Eli Ching, che commissiona agli architetti inglesi un nuovo quartiere da costruire a Shanghai, e il superboss dello studio, archistar acclamata, scozzese burbero almeno quanto affascinante: il suo nome è Alistair Wolf, Mr Wolf… Maddie ancora non sa quante sorprese le riserva la sorte, quali emozioni possano palpitare dietro le pareti di cristallo dello studio Wolf, quanto il lavoro e i sentimenti somiglino alla corsa: devi allenarti, e crederci davvero, per arrivare alla meta.
Dalla timidezza nascosta sotto i suoi jeans da brava ragazza a un tailleur di Gucci mozzafiato, dall’incredibile incontro al buio al 68° piano di un grattacielo in costruzione, alla Cina, Maddie entra in un turbine di emozioni difficili da controllare. Solo allontanarsi può chiarirle le idee. E sarà a Milano che Maddie approda, nella città dove fervono i lavori per l’imminente Expo 2015, alla ricerca delle proprie radici italiane e di un nuovo equilibrio. Ma con Mr Wolf è sempre come stare su una trave sospesa nel vuoto, e senza nemmeno il casco da cantiere…
Le emozioni fortissime di un’attrazione pericolosa si uniscono alla fiaba di una ragazza coraggiosa, che non si arrende anche quando tutto sembra perduto.

06 lug 2015

MANIFESTAZIONI: IL LIBRO POSSIBILE


 IL LIBRO POSSIBILE
 da mercoledì 8 luglio a lunedì 13 luglio 2015
dalle 20.30
 nelle principali piazze di Polignano a Mare
Ingresso gratuito a tutti gli incontri

Da tredici anni in Puglia accade un piccolo miracolo: le strade di Polignano a Mare, in provincia di Bari, si riempiono di famiglie, curiosi, giovani e migliaia di lettori.
Il merito va al festival “Il Libro Possibile” che ha reso “possibile” quello che in tanti nel nostro Paese cercano di fare: portare il libro nelle piazze, metterlo al centro di un dibattito costruttivo nel quale lo spettatore è partecipe e protagonista. Una manifestazione nata dal basso, dal volontariato, dalla forza di mettersi a servizio del proprio territorio e che, col passare degli anni, ha conquistato una importante fetta di pubblico e un ruolo cruciale all’interno della cultura nazionale.
Sei giorni, circa 100.000 visitatori previsti, più di 350 ospiti e 150 interventi, 100 volontari a inondare piazze, vie e balconate, sono alcuni dei numeri record del “Libro Possibile”, la manifestazione culturale nata da un’idea di Rosella Santoro e Gianluca Loliva, con l’aiuto di amici e collaboratori, ha visto in questi anni la partecipazione energica e totale di intellettuali, scrittori e artisti di prestigioso  profilo culturale.
Aprirsi alle possibilità di incontri e opportunità di lettura piuttosto diversificati, per generare dibattiti e confronti su tematiche ampie e non settoriali, rendono questo festival unico nel suo genere. Ai nomi della letteratura impegnata si affiancano personaggi dello spettacolo, dalla cultura di nicchia si passa alla cultura nazional-popolare, assicurando così un’ampia offerta al pubblico che giunge da tutta Italia e persino dall’estero.
Polignano a Mare con il suo strapiombo sul Mediterraneo si fa, così, palcoscenico perfetto per incontri, reading, spettacoli teatrali, lectio magistralis e tavole rotonde sulla cultura, l’attualità, la politica, l’economia e la nostra società.

La XIV edizione del Libro Possibile sarà ancora più ricca, sorprendente ed innovativa, grazie anche alla collaborazione con alcuni partner che portano il loro marchio in giro per il mondo dando lustro alla Puglia. E’ l’esempio del famoso Carnevale di Putignano, che ogni anno attrae migliaia di visitatori e turisti che giungono in provincia di Bari per ammirare i capolavori dei maestri della cartapesta e i loro carri allegorici. Quest’anno, alcuni carri, in linea e in tema con quanto accadrà nelle piazze, (tra questi il vincitore dell’ultima edizione con il tema dedicato all’Ilva e il problema dell’inquinamento ambientale) potranno essere osservati da vicino nelle stesse aree dove si svolgeranno gli incontri letterari.

UN BREVE ELENCO DEGLI OSPITI DEL LIBRO POSSIBILE
Michele Ainis, Alessandra Arachi, Alberto Bagnai, Paolo Becchi, Luca Bianchini, Roberta Bellesini, Pietrangelo Buttafuoco, Antonio Caprarica, Francesco Caringella, Aldo Cazzullo, Don Luigi Ciotti, Daria Colombo, Mario Desiati, Tommy Di Bari, Claudia e Gaetano Di Gregorio, Oscar Farinetti, Nino Frassica, Carlo Freccero, Gabriella Genisi, Silvana Giacobini, Mario Giordano, Enrico Ianniello, Ferdinando Imposimato, Maria Latella, Tony Laudadio, Monica Maggioni, Zap Mangusta, Michela Marzano, Luca Mastrantonio, Don Luigi Mazzi, Paolo Mieli, Stefano Natoli, Aldo Nove, Ferzan Ozpetek, Michele Partipilo, Pio e Amedeo, Romina Power, Federico Rampini, Lidia Ravera, Katia Ricciarelli, Angelo Roma, Cristina Romano, Farian Sabahi, Severino Salvemini, Monsignor Filippo Santoro, Andrea Scanzi, Vittorio Sgarbi, John Peter Sloan, Salvo Sottile, Luca Telese, Mario Tozzi, Marco Travaglio, Silvia Truzzi, Antonio Uricchio, Roberto Vecchioni, Dario Vergassola, Matteo Viviani e molti altri

Sabato 11 luglio il segretario generale della Cgil, Susanna Camusso, sarà intervistata da Lucia Annunziata e Dario Vergassola e si parlerà di “Lavoro possibile”, mentre il deputato del M5S Luigi Di Maio dialogherà con il comico barese Pinuccio sul tema “Modello di sviluppo di industria e impresa sostenibile”, un’intervista “impertinente” da non perdere. Il leader di Sel, Nichi Vendola, infine, sarà impegnato in un reading su Pasolini.

LIBRI VERDI. I DIRITTI DEI BAMBINI
Infine, ultima grande novità di questa edizione del Libro Possibile sarò lo spazio dedicato alle nuovissime generazioni con autori di valore e laboratori di costruzione, pittura e animazione dal titolo “Un prato nel mare”.
Raccogliendo le esperienze di Pino Pascali, genius loci di Polignano a Mare, e di Jack Pollock, maestro americano nell’arte della “sgocciolatura”, i bambini parteciperanno a un laboratorio che avrà come tema “Libri verdi. I diritti dei bambini”.
Ospite d’eccezione il missionario comboniano Padre Renato Kizito Sesana che, reduce dal ghetto di Riruta a Nairobi, parlerà ai più piccoli della straordinaria esperienza artistica e umana dei “Piccoli Acrobati di Kivuli” che hanno cambiato la loro vita di bambini di strada grazie al potere salvifico dell’Arte e della Lettura. Andrà in scena anche un’ora di reading e spettacolo con Geronimo e Tea Stilton.

IL VINO POSSIBILE
domenica 12 luglio e lunedì 13 luglio 2015
All’interno del Libro Possibile ci sarà una sezione dedicata al vino che coprirà gli ultimi due giorni di Festival: “Il vino possibile” nasce sia per sensibilizzare il pubblico e promuovere il mondo del vino e delle piccole e grandi realtà pugliesi, sia per favorire la fruizione dell’universo dei libri dedicati ai vini, all’agricoltura e alla gastronomia pugliese. Tra gli ospiti citiamo solo alcuni nomi: Sveva Casati Modignani, J-Ax che verrà intervistato da Dario Vergassola a margine del suo libro “Axforismi” e l’enologo di fama internazionale, Riccardo Cotarella.

Per maggiori info: www.libropossibile.com
Per ulteriori informazioni:
Sala Stampa
c/o Biblioteca Comunale
Via Mulini 9, Polignano a Mare
Info
tel. 340-3648305
http://www.libropossibile.com/

02 lug 2015

RECENSIONE: - SUMMER SKY - LISA SWALLOW


Autore: Lisa Swallow
Titolo: Summer Sky
Lingua: Inglese

Eccoci qui con un altro libro il cui titolo richiama la mia stagione preferita, per quanto dalle mie parti non si è ancora vista la vera estate. La trama ci preannuncia questo :

Sky ha cambiato la sua vita per un uomo tempo fa, e non ha intenzione di farlo di nuovo- anche se lui è un dio della musica rock tatuato e alto un metro e ottanta che fa un mediocre panino al bacon.
Sky Davis è stanca che il suo fidanzato Grant la dia per scontata, e quando torna a casa per trovarlo avvinghiato a una ragazza, Sky sospetta che la relazione sia terminata. Si prende una vacanza non programmata e lascia alle spalle la città (e il ragazzo) che odia.

La rock star Dylan Morgan sta combattendo tra la fama e l'infamia, stanco che la sua vita venga controllata da altre persone. Dylan taglia i capelli e abbandona la posizione di cantante dei Blue Phoenix, lasciandosi dietro caos e speculazione.

Fuori dall'inglese città costiera di Broadbeach, le loro macchine e mondi si scontrano.

Sky decide che Dylan è un ragazzo arrogante con troppi tatuaggi, e Dylan è divertito dalla ragazza con un modo d'esprimersi pungente che non ha idea di chi lui sia. Dylan e Sky scoprono presto di viaggiare entrambi verso Broadbeach per la stessa ragione- scappar dalla realtà e tornare in un posto con memorie di una felice infanzia. Perdendosi in un mondo dove non conoscono nulla dell'altro, Sky e Dylan iniziano un amore estivo che presto scalderà la loro inglese e piovosa estate.

Ma i sogni non durano per sempre, e quando la realtà si scontra con il divertimento, Sky non è sicura di voler essere più del suo " Cielo d'estate" e Dylan non vuole lasciarla andare.
Ritornare al mondo reale e allo scrutinio pubblico non è il loro unico problema. Il chitarrista dei Blue Phoenix, Jem Jones, ha una motivo per volere Sky fuori dalla vita di Dylan ed è determinato a porsi tra loro. Qualcosa non resterà nascosta, anche quando queste sono pagate per "andare via"..

Appena finita di leggere la trama, l'idea che mi ero fatta del libro è stata quella di una lettura leggera ,senza tante pretese, incentrata su una coppia con "problemi" da entrambe le parti ma che quando si incontrano-o meglio dire scontrano -abbandonano il loro peso per poter ritrovare se stessi .Mi aspettavo scene in cui lei, con la sua risposta facile, interagiva con lui ,esempio di bello e dannato.
Unica pecca ,e qui alzo le mani e dico mea culpa poiché erano scritte entrambe le notizie, è che non si tratta di un libro a sé stante ma fa parte di una trilogy e in questo primo libro è presente l'effetto cliffhanger.
Questo è un espediente narrativo per il quale il libro si conclude con un qualcosa di non risolto, cioè un'interruzione brusca della narrazione con colpo di scena annesso.
Ma trattiamo un punto alla volta.
I protagonisti, chi sono loro presi singolarmente? Come vengono presentati?
Sky sembrerebbe la classica ragazza che, terminata una relazione duratura, si chiede cosa farà della sua vita o quantomeno come possa rimettere insieme i pezzi della sua esistenza dopo aver incentrato le sue scelte in relazione a Grant. Devo dire che inizialmente non mi ha colpito più di tanto poiché io personalmente non sono una persona che  farebbe ruotare la sua vita unicamente intorno a una persona. Una sorta di riscatto avviene proprio quando decide di abbandonare tutto e ricominciare ,innanzitutto trovando se stessa in quel luoghi felici sopra citati.
Altro aspetto positivo ,dall'incontro con Dylan ne esce infastidita sicuramente perché è maschio e per un po' non vuole avere a che fare con un altro di essi, quindi non c'è l'idea o la voglia di chiodo-scaccia-chiodo. Quindi una ragazza "semplice" come può esserlo una persona di sesso femminile, che si risveglia da uno stato di torpore per poter riprendere le redini della sua esistenza.
Peccato che ci sia Dylan, alto, imponente, tatuato ,occhi azzurri come l'oceano, in una sola parola : Guai.
Di lui sappiamo ben poco, ce lo ritroviamo dopo l'incidente in casa con Sky che non perde tempo e lo caccia di casa, casa che però lui ha preso in affitto ,quindi cosa fare?
Tra tira e molla inizia questa avventura e questo mondo parallelo dove inseguono i loro ricordi d'infanzia che tirano in ballo anche quelli un po' più recenti, cosa che turba inevitabilmente entrambi ma sembra che Dylan ne sia più afflitto; forse per Sky il processo di guarigione è più proficuo data la presenza del cantante che la stimola particolarmente soprattutto quando è lo stesso Dylan a proporle di essere la sua cotta estiva senza però delineare dei confini precisi
Durante la vacanza si sopportano, si conoscono tra alti e bassi e si amano. Sky si mette l'anima in pace pensando che una volta tornati al mondo reale tutto finirà ma Dylan la vuole accanto anche se questo causerà tanti problemi poiché dovrà spiegare il motivo della sua assenza non solo alla band ma al suo PR che dovrà inventarsi una storia per poter calmare le acque. Nel frattempo, tra i membri della band, Jem-il bassista- condivide un segreto di cui fa partecipe anche Sky e questo peggiora notevolmente la situazione e la loro relazione.
Come può Sky fidarsi di un altro uomo dopo quanto passato con Grant , ma soprattutto con Dylan che non sembra disposto ad aprirsi con lei?
In questa ultima parte troviamo il Cliffhanger : il mistero viene svelato, ed è qualcosa di molto grosso infatti non nego che nei panni di Sky avrei fatto lo stesso, anzi non penso riuscirei più a guardarlo con gli stessi occhi visto che il ragazzo in questione non ha la premura di spiegare cosa è realmente accaduto.
Non posso che fare le mie congratulazioni all'autrice perché è davvero ben fatto, sia per quanto riguarda la scrittura che per la struttura, la trama può sembrare un po' scontata inizialmente ma raccoglie quel misto di eventi che ti strappano un sorriso per passare a quelli che ti fanno riflettere e immedesimarti nella situazione.
Alla prossima .

01 lug 2015

RECENSIONE: - PERFECT OPPOSITE - ZOYA TESSI


Autore: Zoya Tessi
Titolo: Perfect Opposite
Lingua: Inglese


Mi sono imbattuta in questo libro mentre ero alla ricerca di novità da aggiungere alla lista sempre più lunga di libri da leggere.
Non sono mai stata una lettrice che giudica il libro dalla copertina e ,ad essere sincera, se lo avessi fatto in questo caso non me ne sarei pentita. Perché? Perché secondo me l'immagine scelta rappresenta a pieno quella che poi è la storia scritta, perché gli dona quella punta di thriller presente nel libro anche se è una storia d'amore. Anzi a dirla tutta penso sia più espressiva la copertina della seguente trama :

I loro desideri erano semplici e modesti. Ma il Fato ha in serbo altre cose, e a volte può essere davvero un sadico.
Tutto ciò che Lui voleva era portare a termine il lavoro e sopportare questi lunghi mesi facendo da babysitter a una ragazzina ricca e viziata. Senza strangolarla a mani nude durante il percorso. Bè, sarà molto più semplice dirlo che farlo.
Tutto ciò che Lei voleva era scappare dal passato e vivere come qualsiasi altra ragazza diciannovenne. Il suo piano sicuramente non includeva l'arrogante ,selvaggio tatuato con il suo orribile taglio alla moicana e la mancanza di buone maniere, il cui unico scopo è quello di starle incollato e metterle a soqquadro la vita.
Ma le persone non sempre sono ciò che sembrano, giusto?

Sin dai primi capitoli è chiaro che ne vedremo delle belle poiché i due ,il bodyguard Alex e la "Principessa" Sasha, si ritroveranno a convivere per volere del padre di lei. Come possiamo intuire nessun padre con un minimo di buon senso sarebbe favorevole a una cosa simile, ma la realtà in cui vive Sasha non è propriamente rose e fiori; infatti suo padre è un mafioso che ha il suo bel giro d'affari, sfortunatamente uno di questi non si è concluso come sperava e quindi ha ben deciso di pensare alla salvaguardia della figlia.
E' più che comprensibile il perché Sasha voglia ricominciare da capo, senza voler avere a che fare con suo padre e il suo entourage di gorilla ma sfortunatamente uno di questi diventa una presenza fissa in casa. E' alto, massiccio ,pieno di tatuaggi e un taglio che non passa inosservato, guida una motocicletta….insomma è il cattivo ragazzo per eccellenza!
Sasha dal canto suo ,per quanto possa esser rimasta senza parole durante il loro primo incontro (una delle scene migliori a mio avviso), si è ripresa subito e si è calata nei panni di quella "ma perché proprio a me " misto a "la situazione non è delle migliori ma almeno lui è un figo da paura". Come spiegare alla coinquilina la presenza di Alex? Facendolo diventare il cugino che non vede da tanto tempo e con il quale non ha molto in comune se non un carattere burbero e diffidente, motivo per il quale se in casa non perdono occasione per pizzicarsi a vicenda, fuori è molto più complicato per Alex adempire al suo dovere poiché Sasha fa di tutto per sfuggire al suo controllo.
Inevitabilmente la convivenza li avvicinerà e lei troverà qualcuno con cui confidarsi su alcune vicende del passato che l'ha segnata a vita, ma Alex chi è?
La particolarità del libro consiste proprio nell'epilogo, un qualcosa che sinceramente non mi sarei aspettata.
Solo alla fine l'autrice ci svelerà dei particolari del nostro uomo che ci aiutano a capire dei comportamenti e delle parole dette in situazioni precedenti ma forse tutto ciò accade proprio quando ogni speranza di stare insieme è persa…forse per sempre.
Ho adorato questo libro per la capacità della Tessi di riuscire a sviluppare una trama che parte leggera e quasi comica per poi assumere un ritmo incalzante, dovuto sia ai pericoli che affrontano insieme sia ai loro sentimenti che crescono man mano, e terminare con un colpo di scena strappalacrime ; penso che definirlo come un libro capace di farti perdere la nozione del tempo e di tenerti sveglia anche di notte pur di leggerlo sia un feedback più che positivo.
Alla prossima.