16 set 2015

RECENSIONE: - FINDING CINDERELLA - COLLEEN HOOVER


FINDING CINDERELLA
ed. Atria Books
gratuito
Pagine 130
autoconclusivo

Ho scaricato questo racconto incuriosita dal gran clamore suscitato da Ugly Love - titolo italiano L’incastro (im)perfetto.
Non avevo mai letto nulla di questa autrice e desideravo farmi un’idea sul suo stile. Devo dire che sono rimasta positivamente colpita.
Finding Cinderella è un racconto delicato, molto divertente ma non privo di spunti di riflessione sul mondo dei giovani.
Non sono una grande amante del genere YA ma devo riconoscere che, quando un autore è bravo, riesce a coinvolgerti a prescindere da ciò che racconta e dall’età dei protagonisti.
Finding Cinderella è la storia di due ragazzi che per caso si incontrano a scuola. Si rifugiano entrambi, per motivi diversi, nella stessa stanzetta deserta e, complice il buio, il luogo chiuso e la situazione inusuale ed elettrizzante, finiscono per confidarsi e consolarsi a vicenda.
Come tutti gli adolescenti anche i due protagonisti si sentono profondamente soli, arrabbiati col mondo e affamati d’amore.
Sarà proprio la curiosità verso questo sentimento, sconosciuto e al tempo stesso considerato quasi irraggiungibile; sarà proprio la voglia di scoprire la differenza tra fare sesso e far l’amore, che li spingerà l’uno nelle braccia dell’altro. Solo per un’ora.
Un anno dopo Daniel, il protagonista maschile, è ancora alla ricerca dell’amore.
L’unica cosa che vi si è in qualche modo avvicinato sono state proprio le emozioni provate con la ragazza misteriosa, di cui non conosce né il nome, né il volto.
Un giorno per caso, Daniel incontra Six: bella, divertente e insolita rispetto alle altre; l’unica che lo fa sentire a suo agio con se stesso. L’unica che sembra apprezzarlo per ciò che è.
E allora l’amore arriva per davvero: imprevisto, sconvolgente e assoluto, come solo un amore adolescenziale riesce ad essere.
Eppure Six nasconde un segreto.
Forse questa ragazza è diversa proprio perché è molto più di ciò che appare e Daniel scoprirà che l’amore è un sentimento complesso e a volte comporta delle scelte dolorose. Amare, in fin dei conti, significa anche crescere.
Finding Cinderella è un racconto e molti aspetti che necessiterebbero di un approfondimento, sono solo accennati. Ad ogni modo resta una storia romantica e delicata ed è un’ottima opportunità per approcciare la Hoover, qualora anche voi non l’abbiate ancora mai letta.
Un altro punto a suo favore è il linguaggio estremamente semplice, diretto e privo di slang, molto facile da comprendere per chi da poco ha iniziato a leggere in lingua inglese.


Giudizio complessivo: bello

RECENSIONE A CURA DI MISST
misst.books@gmail.com

Nessun commento:

Posta un commento