24 lug 2015

RECENSIONE: - SO CHE CI SEI - ELISA GIOIA



AUTORE: Elisa Gioia
CASA EDITRICEPiemme
ANNO DI PUBBLICAZIONE: 2015

C’è qualcosa di peggio che essere tradita e mollata dal ragazzo con cui pensavi di passare tutta la vita. Ed è vederlo online su WhatsApp, per tutta la notte, e sapere che non sta scrivendo a te, non sta pensando a te, ma a qualcun altro.
È proprio quello che capita a Gioia al suo ritorno da Londra, dopo aver passato mesi facendo di tutto per tornare da Matteo, cantante di un gruppo rock che sembrava irraggiungibile e invece quattro anni prima era diventato il suo ragazzo. Peccato che ad aspettarla all’aeroporto, al posto di Matteo, ci sia il padre di Gioia, l’aria affranta e un foglio A4 tra le mani, con la magra e codarda spiegazione del ragazzo che non ha neanche avuto il coraggio di lasciarla guardandola negli occhi.
Dopo mesi di clausura, chili di gelato e un rapporto privilegiatissimo col suo piumone, però, Gioia si fa convincere a passare un weekend con le sue migliori amiche a Barcellona. Non c’è niente di meglio di un viaggio, qualche serata alcolica e un po’ di chiacchiere tra donne per riparare un cuore infranto.
Se poi a questo si aggiunge un incontro del tutto inaspettato con un uomo che pare spuntato direttamente dalla copertina di un magazine di successo, la possibilità di ricominciare pare ancora più vicina.

So che ci sei è un romanzo inizialmente auto-pubblicato, poi visto il grande successo, è stato ripubblicato da una casa editrice. Ho letto un'intervista di qualche tempo fa e l'autrice sembrava intenzionata a scrivere un sequel e leggendo il finale "alla Via col Vento" (come mi piace chiamarli di solito) della versione Piemme, io lo spero proprio.
Ma partiamo dall'inizio. Il romanzo racconta la storia di Gioia (scritto in prima persona e unico punto di vista), una ragazza che dopo il suo ritorno da Londra, scopre che il fidanzato Matteo, cantante di un gruppo rock, l'ha lasciata con un foglio A4 e si è messo con un'altra. Dopo questa cocente delusione per alcuni mesi sembra non essere interessata a nulla fino a quando le sue migliori amiche non la convincono a passare un week-end a Barcellona. Qui fa la conoscenza di Christian, Mr Copertina. Sembra una conoscenza occasionale ma tornata in Italia scopre che...
Devo confessare che ho apprezzato molto il romanzo (tranne il finale se è destinato ad essere un solo volume) perché ha una trama leggera, è scorrevole (non ci sono momenti in cui annoiarsi) ma il punto di forza è soprattutto l'ironia con cui viene raccontata la storia della protagonista.
Gioia è un personaggio con cui è facile entrare in sintonia ed è impossibile non provare simpatia nonostante le sue insicurezze. Mi piace il suo carattere solare e leale. Effettivamente potrebbe essere chiunque di noi. Per quanto riguarda il protagonista maschile... non voglio dire niente. Sappiate che il loro rapporto è un continuo punzecchiarsi, stuzzicarsi e...baciarsi.
Poi ci sono le amiche e i genitori di Gioia che intratterranno il lettore con i loro divertenti modi di fare e d'intromettersi.
Passiamo alla nota dolente: il finale. Tralasciando la scelta effettuata per la conclusione (che il mio lato romantico non ha apprezzato ma è una questione di gusti) mi ha lasciato un po' perplessa l'email di Christian ma sinceramente non mi sembrava scritta dal personaggio per come era stato presentato. Se questo fosse l'unico volume non mi ha convinto questa scelta.
Altro piccolo appunto (ma niente di grave). Christian viene immortalato sulle riviste di gossip, lavora nel mondo della musica e ne parlano anche sul web, possibile che solo quando è con Gioia in Italia non finisce sui giornali?
Comunque, nonostante tutto, trovo sia una lettura piacevolissima. Da portare in spiaggia.

Nessun commento:

Posta un commento