09 ago 2015

RECENSIONE: - NON VOLTARTI INDIETRO - GERALDINE SOLON



AUTORE: Geraldine Solon
CASA EDITRICE: Autopubblicato
ANNO DI PUBBLICAZIONE: 2015

Quando Dana Simmons aveva dieci anni, sua madre era scomparsa. Vent'anni dopo, con una strepitosa carriera come modella, Dana affronta un'altra perdita dopo che il padre muore di cancro ai polmoni. Presto scopre che la madre potrebbe essere ancora viva e che protegge un segreto che rischia di mettere in pericolo Dana. Nel cercare risposte, la top model intraprende un inseguimento letale che la porta a finire nel Programma Protezione Testimoni. Nonostante le promettano di proteggerla, le strappano via la carriera, la casa e l'identità, nella speranza che lei non si volti indietro. Determinata a ritrovare la pace, a Dana resta solo una scelta che potrebbe distruggerle la vita.

Non voltarti indietro è il primo thriller dell'autrice Geraldine Solon ad arrivare in Italia.
Le vicende sono narrate, principalmente, attraverso il punto di vista di Dana Simmons, una famosa top model, che dopo la morte del padre, fa una scoperta sconvolgente: la madre, che l'aveva abbandonata alcuni anni prima, potrebbe essere viva e in pericolo.
Debbo confessare che l'idea generale su cui si basa il romanzo, mi è piaciuta veramente molto, peccato però che molte situazioni andavano approfondite. Per esempio, il rapporto di Dana e la madre una volta che si erano ritrovate o il passaggio stesso da una situazione ad un'altra (il romanzo è ricco d'azione).
E qualcuna mi è risultata anche alquanto improbabile. Infatti, ad un certo punto Dana finisce per dover cambiare identità e viene mandata in un posto in cui si fingerà la moglie di una persona con una bambina piccola anche loro sotto protezione. Ora, per quanto posso essere coraggioso e buono, ma accettereste mai in casa una sconosciuta che deve sfuggire a chissà cosa mettendo in pericolo sia Voi che vostro figlio piccolo? Dubito perfino che le Forze dell'Ordine optino per questo tipo di scelte.
Nonostante tutto, è una lettura scorrevole, con un buon ritmo e riesce a coinvolgere il lettore fino alla fine.

Nessun commento:

Posta un commento