22 gen 2017

RECENSIONE: - ARCHANGEL'S HEART - NALINI SINGH


INEDITO IN ITALIA
Vol. 9 Serie Guild Hunter
Berkley
 
Uno dei più subdoli arcangeli del mondo è scomparso. Nessuno sa se Lijuan sia morta o se abbia scelto di cadere nel Sonno degli immortali. Ma con le sue terre devastate dal caos generato da un’ondata di vampiri, preda della brama di sangue, un misterioso e antico ordine di angeli conosciuti come Luminata convoca l’intero Quadro per discutere insieme il destino del territorio di Lijuan.
La cacciatrice Elena, ora trasformata in giovane angelo, mentre accompagna il suo amato arcangelo Raphael all’incontro presso i Luminata, sente che non tutto è come appare. I segreti sembrano riecheggiare attraverso le mura di pietra della struttura e più Elena se ne immerge e più l’oscurità aumenta. Ma né Raphael, né Elena sono pronti per le brutali verità che esso nasconde – verità che cambieranno tutto ciò che Elena conosce di sé…
Niente sarà più lo stesso.

***

Archangel’s Heart è il nono volume della serie Guild Hunter di NaliniSingh.
In Italia purtroppo questa serie si è interrotta troppo presto e non ha permesso ai lettori che si erano appassionati alla vita di Raphael, Elena e del gruppo di angeli che li affianca, di proseguire nella lettura.
Posso dire che è un vero peccato perché a differenza di altre quella della Singh non presenta volumi simili tra loro, dove più o meno si ripete sempre la stessa vicenda. Ho amato alla follia i vampiri della Adrian però, detta tra noi, le storie seguono un cliché prestabilito e più o meno si somigliano tutte.
Nella serie Guild Hunter questo non accade.
Da un lato abbiamo i due protagonisti: Raphael ed Elena, la cui storia d’amore segue un lento percorso che li porterà in questo nono volume a essere davvero due corpi e un’anima sola… o forse sarebbe meglio dire un solo cuore.

«Niente in questo mondo o nel prossimo potrà cambiare ciò che tu sei per me»

Ho adorato questa scelta della Singh di far sviluppare la storia d’amore principale in modo lento e graduale. Ogni romanzo è un piccolo passo verso un sentimento puro e totalizzante.

«Non importa quanto tu possa essere spaventoso Arcangelo, io vorrò sempre danzare con te»

Ciò non toglie che l’autrice abbia deciso dopo il terzo volume di allargare la storia ai personaggi di contorno, raccontandoci le loro vicissitudini. Ammetto che all’inizio questa scelta non mi aveva convinta troppo, ma guardandomi indietro e ripercorrendo mentalmente queste nove tappe, trovo che il disegno tratteggiato da Nalini Singh sia più che convincente.
In questo nono romanzo, a differenza degli altri, non si parla di una coppia in particolare, infatti troviamo Raphael e la bella Elena alle prese con un delicato incontro al vertice del Quadro dei Dieci… adesso non più dieci per via del risveglio della madre di Raphael, Caliane.
Il fragile equilibrio che governa il mondo è messo a repentaglio, di Lijuan non si ha traccia e un’orda di vampiri assetati di sangue sta generando il caos nei suoi territori. Gli Arcangeli più potenti si riuniscono in un antico monastero dove vivono i Luminata (angeli dediti ad attività spirituali e di conservazione delle storia angelica) per discutere il da farsi. Da un lato non possono intervenire nei territori di un altro arcangelo perché questa intromissione rappresenterebbe un pericoloso precedente che potrebbe minare la loro delicata convivenza, dall’altro non intervenire nei territori di Lijuan potrebbe portare a un’escalation ancora più pericolosa.
Mentre i Dieci si chiudono in una stanza del monastero per stabilire come muoversi, Elena indaga sulle sue origini e sullo strano comportamento dei Luminata che sembrano conoscerla già.
Ho adorato la scelta dell’ambientazione nel monastero: inquietante e misteriosa al punto giusto. Oserei dire che in questo romanzo a farla da padrona è proprio quest’intricata struttura che sembra vivere di vita propria e avere occhi e orecchie ovunque. Se dovessi fare un paragone mi sentirei di confrontare questo testo con Il Nome della Rosa, con le sue atmosfere cupe e piene di inquietanti verità nascoste.
Come sempre la Singh riesce magistralmente a dosare suspense, amore e amicizia creando una rete di relazioni che vanno allargandosi e al tempo stesso infittendosi. In questo romanzo Elena scoprirà qualcosa in più sul suo passato, mentre Aodhan, che ancora una volta accompagna la coppia, da angelo silenzioso e dalle ali spezzate comincerà a dare segni di nuova vita. Non vi nascondo che mi aspetto che il prossimo romanzo sia proprio su Aodhan e Illium visto che in questo i due hanno un duro scontro iniziale che non viene chiarito come pensavo.
Archangel’s Heart,a mio giudizio, è un romanzo “diverso” dai precedenti per  la quasi totale assenza di scene di sesso e per la maggior attenzione ai rapporti d’amicizia, in particolare tra Aodhan e Illium e tra Aodhan e Elena. Posso solo dirvi che è un vero peccato che chi non conosce l’inglese non possa leggerlo perché trovo che Nalini Singh sia una delle migliori penne dark urban fantasy in circolazione. Speriamo che qualcuno rinsavisca e traduca gli altri volumi della serie, da parte mia posso solo dirvi che quest’autrice ha una mente contorta e geniale.

Giudizio: Bellissimo

A CURA DI MISS T
misst.books@gmail.com

Nessun commento:

Posta un commento