06 gen 2016

RECENSIONE: - LARKEN - SUZANNE G. ROGERS


LARKEN
auto-pubblicato
Pagine 164
autoconclusivo ma parte di una serie intitolata Graceling Hall

Se siete in cerca di un lettura leggera e romantica, Larken è sicuramente un romanzo da prendere in considerazione. Lo stile dell’autrice è molto piacevole e la storia scivola via senza intoppi e senza particolari scossoni fino alla fine.
Non posso dire di essere rimasta particolarmente colpita dal romanzo. I personaggi sono appena abbozzati e non c’è introspezione psicologica. Tutto sembra svolgersi senza traumi anche quando la situazione oggettivamente potrebbe risultare scioccante: penso, nello specifico, alla scoperta della reale paternità del piccolo Myles.
Larken è la protagonista della storia. All’età di quindici anni è vittima di un incidente in treno. Unica sopravvissuta dei passeggeri, la ragazza, oramai orfana e completamente priva di mezzi di sostentamento, trascorrerà qualche anno in orfanotrofio, per poi venire affidata a una coppia di coniugi.
Come nella migliore tradizione, la matrigna è crudele e infida per partito preso e Larken è la classica Cenerentola, buona oltre l’accettabile, incredibilmente bella, ma non conscia del proprio aspetto.
Un nobile inglese la chiede in sposa tramite un annuncio e sostanzialmente la prende a scatola chiusa, semplicemente perché ha adottato un bambino e necessita di una moglie che se ne prenda cura. Sia ben chiaro, Mr King cerca semplicemente una balia che non possa licenziarsi, pertanto nell’accordo stipulato, viene chiarito che il matrimonio non verrà consumato.
La cerimonia viene celebrata in tutta fretta e senza fronzoli. Brandon King neppure si degna di guardare chi sta sposando. Non chiedetemi come sia possibile, ma è così.
Di fatto, però, Mr King finisce per ritrovarsi perdutamente innamorato di Larken e disposto a corteggiarla come si deve, pur di farsi perdonare i modi rozzi dei primi tempi.
La storia, come vi dicevo, prosegue placida fino alla prevedibile conclusione, tra qualche piccola scaramuccia e qualche mistero fin troppo facilmente svelato.
Se avete voglia di rilassarvi un paio d’ore e leggere una storia romantica senza grandi pretese, ricordatevi di Larken.

Giudizio complessivo: carino
RECENSIONE A CURA DI
MISST
misst.books@gmail.com

Nessun commento:

Posta un commento