22 feb 2017

NEWS SALANI


MARZO 2017

È in arrivo a MARZO
il romanzo di Emma-Jane Kirby - L’ottico di Lampedusa (SALANI):
l’esordio letterario della reporter di guerra BBC
che ha raccontato i migranti dalla frontiera-simbolo:
un caso editoriale.

UN TEMA CHE HA URGENZA DI ESSERE RACCONTATO:
LA FICTION

Al cinema: il successo di Fuocoammare di Gianfranco Rosi, in nomination agli OSCAR (26 febbraio)
In TV: la serie I Fantasmi di Portopalo con Beppe Fiorello su RAI UNO (20-21 febbraio)
A Sanremo: nuova proposta Federico Braschi sul palco con Nel mare ci sono i coccodrilli.

L’URGENZA DEI MIGRANTI SULLE PRIME PAGINE:
L’ATTUALITA’

Il Governo Italiano: nuove linee programmatiche su immigrazione, asili politici e sicurezza.
Donald Trump annuncia un decreto-bis sull’immigrazione.
Papa Francesco sceglie per Ferrara vescovo simbolo dell'immigrazione.

UN RACCONTO CHE CI RIGUARDA DA VICINO:
QUESTO LIBRO

La corrispondente di guerra della BBC laureata a Oxford
racconta una storia dalla frontiera-simbolo della migrazione
in questo esordio letterario che è già un caso editoriale.


LA NOVITA’

Una storia vera che ha il valore  e la forza di una favola.
«Poetico, sconvolgente, lancinante»
THE TIMES
«Tutti gli europei dovrebbero identificarsi con L’ottico di Lampedusa».
LE FIGARO
 
"Non sono un eroe. Ho fallito. Noi, l’Italia, l’Europa”.

Carmine di mestiere fa l’ottico, ha cinquant’anni, e ha scelto di vivere nella meravigliosa isola di Lampedusa, incastonata nel Mediterraneo, per la sua pace, per il mare bellissimo, blu cobalto, in cui nuotano i delfini. Carmine potrebbe essere ognuno di noi: ha la sua vita, si preoccupa del futuro dei figli ormai grandi, si tiene in forma facendo jogging, ha un’attività ormai avviata, degli amici, insomma una vita tranquilla e solida nella calma di questa terra tra la Sicilia e l’Africa. Sì, certo, anche qui qualcosa è cambiato, i turisti, i resti dei barconi abbandonati, i sacchetti di plastica che svolazzano, quei gruppetti di africani che vede per le strade dell’isola, autobus che ormai quasi ogni giorno escono dal porto stipati di migranti appena sbarcati, e poi tv e giornali traboccano di notizie di naufragi. Meglio non pensarci. Ma quel 3 ottobre del 2013 Carmine esce in barca con i suoi amici, a pescare e godersi il mare d’autunno, e all’improvviso si ritrova calato in quella realtà sino ad allora così lontana. In otto, con un solo salvagente recuperano quarantasette naufraghi, e la loro vita e quella dei salvati non sarà mai più la stessa. Tutti gli altri sono morti. Questo romanzo non è solo il racconto intenso e indimenticabile del risveglio di una coscienza, ma anche una testimonianza toccante che riesce a evitare la retorica e l’invettiva riportando il problema dei migranti, senza banalizzarlo, alle sue dimensioni umanitarie, e che chiarisce la situazione di una crisi tuttora in corso, culminata in una delle più imponenti migrazioni di massa della storia dell’umanità.



«Tutti gli europei dovrebbero identificarsi con L’ottico di Lampedusa».
LE FIGARO

È un racconto vero che riporta al centro il tema dell’immigrazione e della tratta di esseri umani nel Mediterraneo. Per la prima volta dal punto di vista di chi accoglie – in prima persona.

«Una testimonianza essenziale, sconvolgente, vera».
LIRE

«Un libro ambizioso e importante… un racconto morale, che segue gli eventi attraverso gli occhi di un occhio ordinario, mai nominato nel testo e che quindi potrebbe essere ognuno di noi… Emma-Jane Kirby ci sfida a fare,
più che a piangere».
THE OBSERVER


Abbiamo bisogno di altre lenti per migliorare la vista sul mondo e per vedere la luce. Un romanzo per non restare indifferenti.


«La cronaca romanzata del tragico incontro di un uomo con la crisi dei migranti in Europa – una storia vera che dà una nuova prospettiva a eventi che sono spesso difficili da visualizzare».
FINANCIAL TIMES


“Non so da dove cominciare a descriverti cosa ho visto quando la nostra barca si è avvicinata alla fonte di quel terribile rumore. Non so se voglio farlo. Non capiresti perché non c’eri. Non puoi capire. Sai, pensavo fosse lo stridere dei gabbiani. Gabbiani che si litigavano una pesca fortunata. Uccelli. Solo uccelli”.
 
Emma-Jane Kirby è una prestigiosa reporter della BBC, per la quale ha lavorato come corrispondente estero, e corrispondente delle Nazioni Unite da Ginevra.
Ha realizzato anche documentari in Afghanistan dove è stata integrata con le forze francesi a Kapisa. Attualmente è giornalista per BBC Radio 4 The World at One. Negli ultimi due anni ha trascorso gran parte del suo tempo sulle rotte delle migrazioni. Nel 2015 ha ricevuto il Premio Bayeux-Calvados per i corrispondenti di guerra per il suo report sul disastro Lampedusa. È laureata a Oxford e vive tra Londra e Parigi. Questo esordio letterario sta diventando un caso editoriale in tutto il mondo, ai primi posti delle classifiche di narrativa in Inghilterra e in Francia.

Nessun commento:

Posta un commento